Forex: il nuovo pacchetto di aiuti per Atene ancora sotto i riflettori

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Seduta volatile per l’eurodollaro. Il rincorrersi di indiscrezioni e smentite sulla questione dei nuovi aiuti alla Grecia oggi ha privato il cambio con il biglietto verde di una chiara direzionalità. In questo momento per acquistare un euro sono necessari 1,4372 dollari, in sostanziale parità rispetto al dato precedente.

Questa mattina i mercati si sono svegliati con la notizia di un possibile ampliamento da 60 miliardi di dollari degli aiuti ad Atene. L’agenzia Dow Jones ha attribuito l’indiscrezione ad un alto funzionario del governo greco. La notizia ha ovviamente spinto al rialzo le Piazze finanziarie e la moneta unica, che però ha ritracciato i guadagni dopo la puntuale smentita. “Non abbiamo discusso di questo e certamente non di cifre”, hanno dichiarato fonti vicine agli ispettori del Fondo monetario, della Commissione europea e della Bce che oggi si trovano nel Paese ellenico.

È stata poi la volta della contro-smentita, attribuita dal Wall Street Journal a funzionari dell’esecutivo greco, “i dettagli su un eventuale nuovo pacchetto di aiuti verranno decisi dall’Ecofin della prossima settimana”. Sulla stessa linea Olli Rehn, responsabile degli affari economici della Commissione Ue, che ha dichiarato che “è presto per definire adesso l’entità dell’intervento”.

Ieri Standard and Poor’s ha annunciato di aver tagliato il rating su Atene a “B” dal precedente “BB-” e Moody’s si è detta pronta a rivedere al ribasso il rating a causa della crescente incertezza circa la sostenibilità del debito sovrano. Sempre per quanto riguarda la tormentata periferia di Eurolandia oggi la Commissione europea ha approvato il programma di riforme e misure economiche decise dal Portogallo per il triennio 2011-2014.