Forex: nonostante le tensioni in Europa, Bini Smaghi spinge al rialzo la moneta unica

Inviato da Luca Fiore il Ven, 18/02/2011 - 17:22
Dopo una prima parte di seduta al ribasso l'euro recupera terreno. Nonostante le tensioni che continuano ad aleggiare sulla moneta unica, con i rendimenti dei bond portoghesi a 5 anni ai massimi dall'introduzione dell'euro ed i finanziamenti di emergenza a livelli che non si vedevano da 20 mesi per il secondo giorno consecutivo, la moneta unica nella seconda parte di seduta ha guadagnato terreno rispetto a dollaro e yen grazie alle dichiarazioni di Lorenzo Bini Smaghi.

Il membro italiano del Comitato esecutivo della Banca centrale europea ha annunciato che la Bce potrebbe ritoccare i tassi per contrastare le pressioni inflazionistiche. "Poiché l'economia si sta gradualmente riprendendo e le pressioni inflazionistiche globali aumentano, le politiche monetarie accomodanti devono essere monitorate, e se serve, corrette", ha detto Bini Smaghi. Parole che permettono alla moneta unica di scambiare a 1,3640 dollari ed a 113,66 yen.

In crescita anche la sterlina, a 0,8408 contro euro ed a 1,6221 dollari. A gennaio le vendite al dettaglio in Gran Bretagna hanno messo a segno un progresso mensile dell'1,9 per cento dal -1,4% di dicembre. Il consensus era per un +0,5%. A livello tendenziale l'indice registra un +5,3%. Sul dato, rimarca la nota del'Ufficio Nazionale di Statistica britannico, hanno influito le avverse condizioni meteo che hanno caratterizzato i mesi di gennaio 2010 (per il confronto anno su anno) e dicembre 2010 (per quello mensile).

"Il miglioramento della spesa dei consumatori è destinato a sostenere le argomentazioni dei falchi del Comitato di Politica Monetaria della Banca d'Inghilterra, poiché avvalora la tesi secondo cui l'economia è in grado di sostenere un aumento dei tassi di interesse", ha commentato David Choe di IG Markets.
COMMENTA LA NOTIZIA