Forex: Morgan Stanley taglia la view sulle commodity currencies

Inviato da Luca Fiore il Mer, 04/07/2012 - 15:12
In mancanza di una risposta politica, il calo della crescita globale metterà le valute con un alto beta in una posizione di vulnerabilità. È quanto si legge in una nota in cui Ian Stannard di Morgan Stanley ha ridotto le stime sulle commodity currencies. Secondo l'analista il dollaro australiano nell'ultima parte del terzo trimestre ed a fine 2012 si attesterà rispettivamente a 1 e 0,95 dollari Usa, contro gli 1,03 ed i 0,99 dollari stimati precedentemente. Indicazioni simili anche per il dollaro neozelandese, atteso a 0,79 e 0,75 dollari Usa (da 0,81 e 0,8$), e per quello canadese, pronosticato a 1,04 e 1,06 C$ (da 1,02 e 1,03 C$). In calo anche la view sulla sterlina, vista alla fine del Q3 a 1,53$ ed a fine anno a 1,51$ (da 1,57 e 1,53$).
COMMENTA LA NOTIZIA