1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Forex: Lira turca in spolvero dopo vittoria Erdogan

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

I responsi delle urne, con la conferma di Recep Tayyip Erdogan alla guida della Turchia, spingono oggi la Lira turca che in mattinata sale rispetto al dollaro statunitense (cross $/Lira in calo a quota 1,5688 dopo aver toccato minimi di giornata a 1,5665). Il Partito della Giustizia e dello Sviluppo (Akp) del premier turco ha ottenuto oltre il 50% dei voti, ottenendo così un maggiore consenso rispetto al 46,6% ottenuto nelle elezioni parlamentari del 2007. Il mercato si attende che la netta vittoria di Erdogan permetta un rafforzamento delle azioni volte a ridurre il deficit delle partite correnti e contenere l’inflazione.

Oggi la banca centrale turca ha diffuso i dati sul deficit delle partite correnti che ad aprile risulta di 7,68 mld di dollari (4,4 mld lo stesso mese del 2010), sostanzialmente in linea con le attese di mercato, sotto i picchi assoluti toccati il mese precedente a quota 9,8 miliardi di dollari. Il deficit complessivo a fine aprile risulta di 63,4 mld. Il governo vede il disavanzo rientrare al 5,4% del pil a 42,9 mld a fine anno, mentre sono decisamente meno ottimistiche le previsioni pubblicate il 26 maggio dall’Ocse che vede il deficit delle partite correnti spingersi fino all’8,7%.

Tra le alte valute l’euro recupera lievemente sul dollaro in area 1,435 dollari, mentre risulta stabile a quota 80,35 yen il cross dollaro/yen. Oggi deboli indicazioni sono arrivate dalla congiuntura nipponica con la flessione mensile del 3,3% per gli ordini di macchinari ad aprile. Le attese erano per un rialzo dell’1,7% dopo il +1% di marzo. A livello tendenziale gli ordini di macchinari risultano in calo dello 0,2%.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Borse europee: partenza debole, oggi il vertice G7 a Taormina

Partenza fiacca per le Borse europee, in scia ai ribassi sui listini asiatici con la Borsa di Tokyo che ha ceduto oltre mezzo punto percentuale (Nikkei -0,64%). La piazza di Francoforte scivola dello 0,16%, quella di Parigi cede lo 0,20%, mentre a Lo…

COMMODITY

Petrolio tenta recupero all’indomani della riunione Opec

Petrolio tenta il recupero all’indomani della riunione Opec: il Wti mostra una lieve crescita a 48,9 dollari il barile dopo avere chiuso la giornata in flessione di circa il 5%, mentre il Brent si muove in area 51,60 dollari (+0,21). Nel meeting di i…

MERCATI

Borse europee e Piazza Affari previste in moderato calo in avvio

Si attende un avvio in moderato calo per Piazza Affari e le Borse europee, in scia ai ribassi sui listini asiatici con la Borsa di Tokyo che ha ceduto oltre mezzo punto percentuale (Nikkei -0,64%). A pesare sugli scambi della piazza azionaria nipponi…