1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Forex: le vendite di nuove case negli Usa fanno ripartire l’euro/dollaro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Se gli stress-test erano stati chiesti dal mercato per chiarire il reale stato di salute del sistema bancario europeo, la pubblicazione dei risultati ha contribuito solo parzialmente ad allontanare le tensioni. Il grande successo dei test ha fatto riemergere le critiche sui criteri utilizzati; a finire sotto accusa è stata prima di tutto la scelta di escludere a priori la possibilità di un default di uno Stato sovrano.

In un simile contesto la moneta unica ha dovuto attendere le 16 per allungare i guadagni sul biglietto verde, quando la pubblicazione del dato relativo le vendite negli Stati Uniti di nuove case, attestatesi a giugno a 330 mila (+10 mila rispetto al consenso), ha spinto al rialzo anche i listini azionari.

Il cross euro-dollaro in questo momento quota 1,2976, lo 0,5% in più rispetto al dato precedente. Sembrerebbe aver tenuto la resistenza individuabile a 1,2984. Sale di mezzo punto percentuale anche l’euro/yen, a 113,17. Le indicazioni migliori delle attese arrivate dai dati macro nelle ultime sedute stanno sostenendo anche il greggio, salito sopra 79$/barile. Beneficiano di questo movimento le c.d. commodity currencies, con l’aud/usd a 0,8993 e lo usd/cad a 1,0311.

Il biglietto verde scambia in calo anche contro la sterlina, con il cross gbp/usd a 1,5496. Il cable nel corso della giornata ha toccato i massimi da 3 mesi a 1,5519. La moneta di Sua Maestà sta approfittando dei dati migliori delle attese arrivati la scorsa settimana dal Pil del secondo trimestre, salito inaspettatamente dell’1,1%.