1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Forex: l’Ism spinge al rialzo il dollaro, attesa per i dati in arrivo domani

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

I dati in arrivo dal settore manifatturiero spingono al rialzo il biglietto verde. Indicazioni sopra le stime dall’Ism manifatturiero, che ad agosto si è confermato sopra quota 50 punti, la fatidica soglia che fa da spartiacque tra recessione ed espansione dell’economia. Nel mese da poco conclusosi l’indice che misura la fiducia del settore manifatturiero a stelle e strisce ha messo a segno un calo a 50,6 punti, contro i 48,8 punti pronosticati dagli analisti.

Leggermente migliore delle attese anche l’altro dato chiave della giornata. Nella settimana al 27 agosto le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione si sono attestate a 409 mila unità. Dopo le 421 mila precedenti gli analisti avevano pronosticato un calo a 410 mila. Il dollar index in questo momento segna un rialzo dello 0,4% portandosi a 74,4 punti. Gli operatori scommettono su un miglioramento della congiuntura statunitense, che finirebbe per allontanare l’ipotesi di nuovi stimoli monetari da parte della Banca centrale.

Il cambio dollaroyen dopo esser tornato sopra quota 77 yen poco dopo le 16 in questo momento scambia a 76,81 mentre l’eurodollaro scende a 1,4283. Il dollaro quota invece in forte calo contro il franco svizzero. Dopo i 3 interventi nei primi 3 mercoledì di agosto ieri la Banca centrale svizzera non ha annunciato nuove misure per frenare la forza del franco, che ha quindi ripreso la sua corsa. La moneta elvetica scambia a 0,7944 contro dollaro ed a 1,1346 nel cross con l’euro.

Per quanto riguarda gli altri aggiornamenti macro di oggi, i dati relativi la crescita economica tedesca hanno confermato la pesante battuta d’arresto della prima economia nel secondo trimestre: dal +1,3% dei primi tre mesi dell’anno la crescita congiunturale tedesca ha messo a segno un +0,1%. Indicazioni negative anche dall’indice Pmi relativo il manifatturiero europeo, sceso ad agosto ai minimi da due anni a 49 punti.

Domani sarà la volta dei dati statunitensi relativi le nuove buste paga ed il tasso di disoccupazione ad agosto. Dopo il sondaggio Adp, che ha rilevato un saldo positivo di 91 mila posti di lavoro, gli analisti si attendono la creazione di 75.000 posti di lavoro, dai +117 mila di luglio, con tasso di disoccupazione stabile al 9,1%.