1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Forex: l’ipotesi double-dip torna a penalizzare il sentiment degli operatori

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

In una giornata priva della guida di Wall Street causa bank holiday, anche la seduta sul valutario non ha fatto registrare particolari sorprese. Oggi il cross euro-dollaro si è confermato ai livelli di venerdì, quando i dati sul mercato del lavoro statunitense avevano spinto il cambio ai massimi da un mese e mezzo. Per acquistare un euro sono in questo momento necessari 1,2527 dollari, contro i 1,2511 precedenti.

Il biglietto verde viaggia in rialzo dello 0,24% nel dollar index portandosi a 84,626 punti. Il saldo negativo registrato del mercato del lavoro statunitense a giugno (-125.000) ha fatto riemergere tra gli operatori la paura del double-dip, la possibilità cioè che dopo recessione e timida ripresa arrivi una nuova contrazione dell’attività economica.

La moneta unica quota sostanzialmente invariata nell’eur/jpy a 109,93 (+0,1%) mentre guadagna lo 0,4% contro sterlina portando l’eur/gbp a 0,8283 e lo 0,5% nel cross con il franco svizzero a 1,3334. La moneta elvetica è penalizzata dal presidente della Banca Centrale Philipp Hildebrand, che nel dichiarare che in questo momento “i rischi inflattivi sono estremamente bassi” ha allontanato qualsiasi ipotesi di una stretta monetaria.

Per quanto riguarda i dati macroeconomici in arrivo dal Vecchio continente, il Pmi servizi europeo si è confermato a 56 punti mentre le vendite al dettaglio hanno registrato un +0,2% mensile (+0,3% annuo) leggermente al di sotto del +0,3% atteso.