1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Forex: l’eurodollaro sopra 1,33 in scia delle dichiarazioni di Bernanke

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Bernanke spinge l’eurodollaro sopra 1,33. Oggi il n.1 della Federal Reserve, Ben Bernanke, nel corso di un intervento alla National Association for Business Economics ha rimarcato che per assistere a miglioramenti significativi sul mercato del lavoro è necessaria “una più rapida espansione della produzione e della domanda da parte di consumatori e imprese, processo che può essere sostenuto proseguendo con politiche accomodanti”. Bernanke ha inoltre detto che nel primo trimestre del 2012 la crescita Usa è prevista poco sotto il 2%, rispetto al 3% dell’ultimo trimestre del 2011.

Le dichiarazioni del chairman della Fed fanno il paio con quanto scritto sul suo profilo Twitter da Bill Gross, gestore di Pimco (Pacific Investment Management Co.), il più grande fondo obbligazionario del mondo. Secondo Gross, anche soprannominato The King of Bond, la Fed nella prossima riunione del 25 aprile inizierà a discutere di un nuovo piano, il terzo, di allentamento quantitativo (QE3, Quantitative Easing 3).

Le indiscrezioni stanno favorendo un ritorno della propensione al rischio la cui vittima sacrificale è ovviamente il biglietto verde. Il dollar index, l’indice che rileva l’andamento del greenback contro un basket di valute, in questo momento quota ai minimi di seduta a 79,07 punti, lo 0,3% rispetto al dato precedente. Andamento simile per l’eurodollaro che sale dello 0,3% a 1,3319; segno più anche per l’euroyen, che sale di una figura rispetto ai minimi attestandosi a 110,09.

Nel corso della prima parte la moneta unica aveva beneficiato solo in parte delle indicazioni migliori delle attese arrivate dall’indice tedesco Ifo. A marzo l’indicatore che misura il clima degli affari si è attestato a 109,8 punti dai 109,7 precedenti. Il consensus era 109,5 punti.