Forex: eurodollaro sale ai massimi, tonica anche la sterlina

Inviato da Luca Fiore il Mar, 05/04/2011 - 19:23
Eurodollaro ai massimi di seduta. Impennata della moneta unica dopo la diffusione del dato sulla fiducia nel settore servizi a stelle e strisce, che ha registrato un calo dell'Ism a 57,3 punti a marzo, e di un report della società di consulenza Medley Global Advisors. Gli analisti ritengono che l'incremento del costo del denaro potrebbe rappresentare solo il primo passo verso la normalizzazione in senso restrittivo della politica monetaria in Europa.

Il cross con il dollaro quota in questo momento 1,4226 mentre quello con lo yen sale a livelli che non si vedevano da 11 mesi a 120,37 dopo un massimo di seduta a 120,53. Anthony Grech di IG Markets rileva che Trichet "dovrà mostrarsi particolarmente falco per permettere all'euro di confermare i guadagni".

Nel corso della seduta il biglietto verde aveva beneficiato del taglio del rating portoghese da parte di Moody's e del rialzo dei tassi di interesse cinesi. L'agenzia di rating nel corso della prima parte ha ridotto di una tacca la nota di debito a lungo termine di Lisbona, portandola a Baa1 da A3. Il giudizio è stato inoltre messo sotto osservazione per possibili ulteriori declassamenti. Il nuovo downgrade è figlio dell'incertezza politica, che sommata alla crisi economica fa aumentare i dubbi sulla capacità del governo di raggiungere gli ambiziosi obiettivi di riduzione del disavanzo fissati nel programma aggiornato di stabilità e di crescita per il 2011-2014.

Dalla Cina invece la Banca centrale ha confermato la sua determinazione nella lotta all'inflazione annunciando un rialzo del tasso sui presiti ed i depositi dello 0,25%. Il primo sale al 6,31% mentre il tasso sui depositi ad un anno si porta al 3,25%. La prossima settimana saranno diffusi i dati sull'andamento dei prezzi a marzo, che gli analisti vedono in rialzo del 5,2% annuo.

La moneta unica perde invece terreno contro la sterlina, con il cross in calo dello 0,9% a 0,8733 pound. Il Pmi britannico relativo il comparto servizi a marzo ha segnato un inatteso balzo ai massimi da un anno a 57,1 punti, facendo tornare d'attualità anche Oltremanica un possibile rialzo del costo del denaro.

COMMENTA LA NOTIZIA