Forex: euro senza verve, la sterlina rialza la testa

Inviato da Titta Ferraro il Gio, 17/02/2011 - 10:36
Movimenti contenuti del cross euro/dollaro in una prima parte di giornata che risulta prima di grossi spunti. Il cross viaggia a ridosso di quota 1,355 dollari, con la moneta unica in lieve calo anche rispetto a yen e franco svizzero.

Dalle minute della Federal Reserve è emersa la revisione al rialzo delle stime di crescita per il 2011 nel range 3,4-3,9%, rispetto al 3-3,6% pronosticato in precedenza. Non sono state invece ritoccate le proiezioni sull'inflazione nel 2011, confermate fra l'1,3% e l'1,7%. La Federal Reserve ribadisce la sua cautela guardando al mercato del lavoro, il tasto dolente per l'economia Usa. Il livello di disoccupazione infatti rimarrà alto per tutto il 2011, attestandosi all'8,8%-9%, quindi non si prospetta la continuazione della discesa della disoccupazione che già a gennaio si è attestata al 9%, sui minimi dall'aprile 2009.

Questo pomeriggio verranno diffuse le nuove richieste settimanali ai sussidi di disoccupazione con gli analisti si aspettano un lieve rialzo a 400mila unità nella settimana fino al 12 febbraio rispetto alle 383mila della settimana precedente. Ieri da oltreoceano erano arrivati i dati migliori delle attese dal settore delle costruzioni, con i nuovi cantieri a 596 mila, mentre la produzione industriale ha evidenziato il primo calo mensile dal giugno 2009.

Tra le altre valute in moderato recupero la sterlina dopo il dietrofront della vigilia in corrispondenza con l'uscita dell'inflation report della BoE. Il mercato ancora si interroga sulla tempistica delle future manovre sui tassi. La banca centrale britannica ha tagliato le stime di crescita economica anche alla luce dei deboli riscontri arrivati dalla prima lettura del pil del quarto trimestre, mentre sono salite le attese di inflazione. In particolare il governatore King ha rimarcato come la debolezza economica potrebbe ritardare la prima stretta sui tassi. Invece il surriscaldamento dei prezzi dovrebbe essere solo momentaneo. "Sul mercato valutario i movimenti sulla sterlina sembrano scontare un rialzo dei tassi più lontano del previsto", si legge nel Forex Morning Comment a cura di Michael Hewson, analista di CMC Markets.
COMMENTA LA NOTIZIA