1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Forex: l’euro recupera terreno dopo gli stress-test e si avvia a tornare sopra quota 1,29

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Euro in risalita contro dollaro dopo la pubblicazione dei risultati degli stress-test. Non c’è stata la fiammata attesa perché il successo dell’operazione (solo 7 istituti, di cui 5 spagnoli ed 1 greco, su 91 non hanno passato i test) ha sin da subito gettato un’ombra sulla severità delle prove. Nonostante questo si tratta di un’iniziativa destinata in qualunque caso a stabilizzare il sentiment degli operatori sullo stato di salute del comparto bancario, dopo che le ultime aste di titoli di Stato hanno parzialmente migliorato la view sulle capacità degli Stati periferici di racimolare risorse sul mercato.

L’euro/dollaro in questo momento quota 1,2892, registrando un calo dello 0,1% rispetto al dato precedente e dopo esser sceso nel corso della seduta sotto quota 1,28 (1,2793). La moneta unica ha recuperato terreno anche nel cross eur/jpy scambiando in questo momento sostanzialmente invariata a 112,53. Nella prima parte di seduta la moneta unica era stata sorretta dall’Ifo tedesco di luglio, salito a 106,2 punti dai precedenti 101,8 punti. Il dato è risultato migliore delle attese che indicavano una discesa a 101,5 punti.

Tra gli altri casi del giorno segnaliamo la buona intonazione della sterlina, che, rinfrancata dal +1,1% congiunturale messo a segno dal Pil del secondo trimestre, in questo momento quota 0,8354 nell’eur/gbp (-1%) e 1,541 nel cable, il cross gbp/usd (+0,8%). Perde invece terreno contro il biglietto verde la moneta canadese (usd/cad a 1,0528, +0,7%), che dopo i deludenti dati sulle vendite al dettaglio di ieri (-0,2% m/m), oggi è stata penalizzata dal -0,1% mensile dell’inflazione di giugno, contro il +0,1% pronosticato alla vigilia; il dato annuo scende così dall’1,4% all’1%.