1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Forex: l’euro prova a risalire, indicazioni positive da Italia e Grecia

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’effetto-Monti sostiene la risalita della moneta unica. La possibile soluzione della crisi politica nel nostro Paese permette all’euro di riguadagnare posizioni ed allo spread con i titoli tedeschi di tornare sotto la fatidica soglia dei 500 punti base. In questo momento per acquistare un euro sono necessari 1,3763 dollari, l’1,1% in più rispetto al dato precedente, e 106,28 yen, +0,6%. Nel primo caso il cross chiude l’ottava in sostanziale parità mentre nel secondo segna un rosso dell’1,4%.

Il consenso creatosi intorno alla figura di Mario Monti fa ben sperare e gli operatori stanno scommettendo sul fatto che il nuovo esecutivo riuscirà a tirare fuori dalle secche la terza economia europea. Dopo l’ok del Senato, dove il neo-senatore Monti ha presso parte alle votazioni sulla legge di stabilità, domani il testo passerà alla Camera per il via libera definitivo. La road-map prevede poi la crisi di governo, che dovrebbe portare alla formazione di un nuovo esecutivo.

E segnali di schiarita arrivano anche dalla Grecia, dove il nuovo governo di coalizione sarà guidato da Lucas Papademos, governatore della Banca centrale greca ed ex vicepresidente della Banca centrale europea. E sempre per quanto riguarda le tensioni in Europa, dopo la Francia (ieri S&P’s ha inavvertitamente diramato un messaggio relativo un presunto taglio della tripla A francese) oggi è stato il turno dell’Austria. Secondo indiscrezioni il Paese potrebbe perdere il massimo giudizio assegnato dalle agenzie di rating. Voci che oggi hanno portato il differenziale con i bund fino in quota 165 punti base.

Tra gli altri cross, -0,6% per il dollaroyen che si porta a 77,150, il livello maggiore dallo scorso 31 ottobre, il giorno dell’intervento delle autorità nipponiche da 10 mila miliardi di yen.

Commenti dei Lettori
News Correlate
ASTA BOND

Italia: Tesoro, mercoledì in asta Bot per 6,75 miliardi

Nell’asta in calendario il prossimo 28 giugno saranno collocati Buoni ordinari del tesoro con scadenza semestrale per 6,75 miliardi. Il 30 giugno scadranno Bot a sei mesi per 6,5 miliardi.

MERCATI

Segno meno per i listini europei

Chiusura all’insegna della prudenza per le borse europee, alle prese con la debolezza del comparto energetico e con indicazioni macro contrastanti arrivate dalla Germania. Il Ftse100 ha terminato l’ultima seduta della settimana con un calo dello 0,2%…

Strategie di investimento

I gestori preferiscono l’azionario europeo a Wall Street. Il report di Bank of America

L’effetto-Monti sostiene la risalita della moneta unica. La possibile soluzione della crisi politica nel nostro Paese permette all’euro di riguadagnare posizioni ed allo spread con i titoli tedeschi di tornare sotto la fatidica soglia dei 500 punti base. In questo momento per acquistare un euro sono necessari 1,3763 dollari, l’1,1% in più rispetto al dato […]

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Italia: ancora indietro sui tempi di pagamento della Pa

L’Italia continua a portare la maglia nera nella classifica dei tempi effettivi di pagamento da parte della Pubblica amministrazione (Pa). Secondo l’ultimo rapporto di Intrum Iustitia, le imprese italiane pagano a 52 giorni contro 37 della media euro…