1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Forex: euro di nuovo sotto quota 1,23 contro dollaro, in calo anche lo yen

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’euro torna sotto quota-1,23 contro dollaro. In una giornata orfana della piazza londinese e di Wall Street, la moneta unica, dopo il downgrade sulla Spagna, scambia a 1,2299 nel cross con il greenback, registrando un calo dello 0,54%. La situazione nel Vecchio continente resta critica, e la moneta unica replica tutte le incertezze che nei prossimi mesi circonderanno l’attuazione dei piani di austerità all’interno del Vecchio continente.

Oggi il n.1 della Bce Jean-Claude Trichet ha auspicato la creazione di una “federazione delle politiche di bilancio, in termini di vigilanza dei bilanci” poiché l’euro ha bisogno di una “responsabilità collegiale”. L’Europa deve contrastare “tensioni sui mercati finanziari, una difficile situazione di bilancio e un impatto ostile sul funzionamento della politica monetaria”. Infine Trichet ha voluto rimarcare il fatto che l’immissione di liquidità derivante dall’acquisto di bond sarà sterilizzato.

L’altro caso del giorno è rappresentato dalla debolezza dello yen, che paga le tensioni politiche all’interno della compagine governativa. Il partito socialdemocratico giapponese è uscito dalla coalizione di governo a causa del dissenso relativo al trasferimento di una base Usa nell’isola di Okinawa. L’opposizione chiede ora le dimissioni del premier Hatoyama. Indicazioni negative anche dal dato relativo la produzione industriale di aprile, salita dell’1,3% congiunturale, contro attese di una crescita quasi doppia (+2,5% m/m). La moneta giapponese quota quindi in calo contro euro (112,46) e dollaro (91,430).

Nel mezzo un dollaro canadese che, in vista della riunione della Bank of Canada di domani, festeggia il +6,1% messo a segno nel primo trimestre dal Pil, sopra il già ottimista +5,8% del consenso. Sopra le stime anche i dati relativi l’andamento dei prezzi delle materie prime (+1,7% mensile) e quello che misura i prezzi alla produzione del settore industriale (+0,3%). L’usd/cad scende di quasi lo 0,3% a 1,0463.