Forex: euro all’attacco di quota 1,09 contro il dollaro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Si conferma la pronunciata debolezza del dollaro sui mercati valutari dopo il flop della votazione per l’eliminazione dell’Obamacare che alimenta preoccupazioni circa l’effettiva capacità del presidente Donald Trump di mantenere le sue promesse elettorali e attuare le iniziative politiche, tra cui la riforma fiscale e la spesa per infrastrutture.
Il cross euro/dollaro viaggia sui massimi a oltre 4 mesi a 1,0895, in rialzo di quasi l’1 per cento rispetto ai livelli della vigilia. “Trump non ha passato il suo primo test, costringendo gli investitori a riflettere se questa sia solo una battuta d’arresto temporanea o l’inizio di una routine”, rimarca Arnaud Masset, analista di Swissquote.