Forex: euro ai massimi di seduta in attesa della Fed

Inviato da Luca Fiore il Mer, 20/06/2012 - 16:28
Tutti in attesa della Fed. Questa sera (18:30 italiane) appuntamento con la Banca centrale statunitense che al termine della due giorni di riunioni del Fomc (Federal Open Market Committee) annuncerà le decisioni in materia di politica monetaria. Alle 20 la Federal Reserve renderà note le stime su disoccupazione, inflazione e andamento previsto dei fed funds ed alle 20:15 riflettori puntati sulla conferenza stampa del chairman Ben Bernanke.

Gli analisti si attendono un secondo giro di Twist, visto che l'attuale piano da 400 miliardi scade a fine mese. L'operazione punta ad estendere della duration del portafoglio della Fed attraverso l'acquisto di bond con scadenze comprese tra i 6 ed i 30 anni e la contemporanea vendita di titoli con scadenza inferiore ai tre anni. Bernanke nel corso della conferenza stampa dovrebbe rimarcare che la Fed è pronta ad approvare un nuovo piano di allentamento quantitativo nel caso in cui la situazione dovesse peggiorare improvvisamente.

In questo contesto il dollar index, l'indice che misura le performance del biglietto verde contro un basket di valute, quota in parità a 81,3 punti. Le attese di un nuovo intervento da parte della Banca centrale Usa nelle ultime cinque sedute hanno fatto perdere a questo indicatore poco meno di un punto percentuale.

Tra le altre monete in particolare evidenza l'euro, spinto al rialzo nella seconda parte dalle notizie in arrivo da Atene, dove il leader conservatore Antonis Samaras ha giurato da Primo Ministro. La moneta unica quota nei pressi dei massimi di seduta sia nel cambio con il dollaro Usa che in quello con la divisa nipponica. Attualmente i due cross scambiano rispettivamente a 1,2716 dollari Usa ed a 101,12 yen, lo 0,3 e lo 0,8 per cento in più rispetto al dato precedente.

Per quanto riguarda l'eurodollaro "il cambio è riuscito a mantenersi all'interno del canale rialzista delimitato dalla trend line passante per i minimi del primo e dell'8 giugno scorsi, nonostante il test ripetuto del supporto tracciato dalla trend line", ha commentato Vincenzo Longo di IG Markets. "Questa sera la volatilità potrebbe incrementare in maniera importante. I supporti passano per 1,2625 e successivamente per 1,2550, mentre la prima resistenza transita per 1,2750 e successivamente per 1,2830".
COMMENTA LA NOTIZIA