1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Forex: due velocità sul valutario per aussie e kiwi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dollaro australiano decisamente tonico sul valutario. Nonostante il -7% messo a segno delle vendite di nuove case a luglio (terza contrazione consecutiva), l’aussie guadagna terreno in scia del +18,9% registrato dagli utili operativi del settore privato nel secondo trimestre, un tasso più che triplo rispetto al +5,9% pronosticato alla vigilia dagli analisti.

L’aud/usd scambia in rialzo dell’1,4% (0,8973), l’aud/chf sale di quasi 2 punti percentuali (0,9236) e l’aud/cad registra un +0,6% (0,9420). L’eur/aud scende dell’1,4% a 1,4153 e l’aussie guadagna terreno anche nel cross con il dollaro neo-zelandese (kiwi) scambiando a 1,2650 (aud/nzd, +0,4%).

Per quanto riguarda la Nuova Zelanda, ad agosto la fiducia misurata dalla NBNZ (National Bank of New Zealand) ha registrato 16,4 punti, in deciso calo rispetto ai 27,9 punti della precedente rilevazione, e la bilancia commerciale a luglio ha evidenziato un deficit di 186 mln di NZD, dai +214 mln della precedente rilevazione. Gli analisti a questo punto si attendono che il calo delle esportazioni (30% del Pil) si ripercuota sull’andamento economico generale e sull’occupazione.

Commenti dei Lettori
News Correlate
AUMENTO DI CAPITALE

Carraro: offerta in opzione, sottoscritto il 99,684%

A conclusione dell’offerta in opzione nell’ambito dell’aumento di capitale, Carraro ha annunciato che sono stati esercitati 43.225.974 diritti per la sottoscrizione di 33.620.202 azioni, pari al 99,684% del totale.

Il controvalore complessivo è d…

BANCHE ITALIA

Veneto Banca: Cda chiede intervento Atlante per ricapitalizzazione

Oggi il Cda di Veneto Banca “ha riaffermato – si legge in una nota diffusa dall’istituto – la propria piena fiducia nella prospettiva dell’aggregazione con Banca Popolare di Vicenza come condizione per il rilancio delle due banche, importante per lo …

MERCATI

Chiusura di ottava di poco sotto la parità per le borse europee

Grazie a un miglioramento nella seconda parte innescato dalla revisione al rialzo del Pil statunitense del primo trimestre (+1,2%), i listini europei riducono le perdite e chiudono la settimana di poco sotto la parità.

A Londra il Ftse100 ha term…

MACRO

Stati Uniti: fiducia dei consumatori a 97,1 punti a maggio

Nel mese di maggio l’indice di fiducia dei consumatori elaborato dall’Università del Michigan si è attestato a 97,1 punti, dai 97 di aprile. Nella stima flash il dato era risultato pari a 97,7 punti.