Forex: dollaro Us sempre più giù, Aussie a un soffio dalla parità

Inviato da Titta Ferraro il Gio, 14/10/2010 - 09:47
Dollaro australiano a un passo dalla parità nei confronti del biglietto verde. La nuova ondata ribassista del dollaro statunitense ha portato l'Aussie a toccare i nuovi massimi storici a un passo dalla parità nei controlli del dollaro statunitense. Il cross $/Au$ ha toccato un minimo a 1,002 e ora viaggia poco sopra a 1,0024 (-0,48%).

Tra le altre valute spiccano i nuovi minimi a 15 anni del cross dollaro/yen a quota 81,15 yen, mentre l'euro/dollaro si è portato a un soffio da quota 1,41 dollari, livello che non vedeva dallo scorso 27 gennaio.

A dare una nuova scossa al dollaro, oltre alle crescenti attese di un annuncio di quantitative easing da parte della Federal Reserve già a novembre, la mossa dell'Autorità Monetaria di Singapore che ha allargato lievemente la banda di oscillazione del dollaro di Singapore contro un paniere di valute. "Il Singapore è a tutti gli effetti la Svizzera dell'Oriente - rimarca la morning note di Forex Capital Markets (FXCM) - con ingenti flussi di capitali in entrata che stanno spingendo a rialzo il Singapore dollar come mai prima d'ora. Il mercato non si aspettava una politica di tipo "laissez-faire" e la reazione del valutario si capisce solo tenendo conto del meeting dello scorso weekend (Fmi)" in cui Usa ed Europa hanno pressato i paesi emergenti affinchè lascino apprezzare le proprie valute in modo da ribilanciare la domanda globale di beni, per combattere la politica valutaria della Cina.

Oggi attesa l'uscita delle richieste di sussidi di disoccupazione negli Usa. Nella settimana al 9 ottobre sono attese invariate rispetto alla rilevazione precedente a quota 445 mila. La bilancia commerciale relativa al mese di agosto è attesa in peggioramento con deficit di 44 mld di dollari rispetto ai -42,8 mld di luglio.
COMMENTA LA NOTIZIA