1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Forex: il dollaro scruta i massimi 2011 sullo yen, tonfo del won coreano

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il biglietto verde mantiene l’intonazione positiva sui mercati valutari aggiornando i massimi a un mese rispetto allo yen. La corsa del dollaro si è intensificata ieri dopo i sorprendenti dati sul mercato del lavoro statunitense, con le richieste di sussidi di disoccupazione scese più del previsto a quota 383 mila unità nell’ultima settimana, pari ai minimi da luglio 2008. Il cross dollaro/yen alle 10.50 viaggia a quota 83,46 dopo aver toccato un massimo intraday a 83,56 yen, livelli che non vedeva dallo scorso 7 gennaio.

Giornata movimentata sui mercati asiatici con la Bank of Korea che ha sorpreso i mercati lasciando inalterati i tassi d’interesse al 2,75%, mentre permane l’incertezza sulla situazione egiziana. “Dato il recente aumento dei tassi in Cina e la lotta all’inflazione in corso in Asia – rimarca Andrew Robinson, analista FX, Saxo Capital Markets – il mercato si aspettava un rialzo di 25 punti base, previsione rispecchiata dal ritracciamento del mercato obbligazionario”. il governatore della Bank of Korea ha comunque precisato che non si è trattato di una decisione unanime. La reazione è stata di un calo dell’1% dello won rispetto al dollaro Us.

Anche il Vietnam ha sorpreso annunciando una svalutazione del dong dell’8,5% e un restringimento di circa mezzo punto della trading band consentita, dal 3% all’1%. “Tuttavia, data la natura circoscritta e chiusa dei mercati vietnamiti, la reazione è stata contenuta”, rimarca l’esperto di Saxo Capital Markets.

L’agenda odierna vede in primo piano il dato di dicembre sulla bilancia commerciale statunitense (consensus -40,5 mld di dolari dai -38,3 mld del mese precedente. Alle 15.55 sarà il turno della fiducia dei consumatori Usa elaborata dall’Università del Michigan. Il dato preliminare è atteso a 75 punti, in rialzo dai 74,2 punti del mese precedente.
Intanto oggi in Europa è arrivata la lettura finale dell’inflazione tedesca a gennaio. Dato rivisto al rialzo. A gennaio l’inflazione risulta del 2% tendenziale rispetto al l’1,9% della prima lettura, mentre la variazione mensile è negativa dello 0,4% rispetto al -0,5% della lettura preliminare

Commenti dei Lettori
News Correlate
GRECIA

Grecia: ferito ex premier Papademos

Un ordigno esplosivo, contenuto in una busta, è esploso all’interno dell’auto dell’ex capo della Banca Centrale greca ed ex Premier Lucas Papademos. Papademos non sarebbe in pericolo di vita. Ferito anche l’autista.

IPO

Indel B: esercitata l’opzione “Greenshoe” su 175 mila azioni

Indel B, sulla base di quanto comunicato da Banca IMI (soggetto incaricato di effettuare attività di stabilizzazione in relazione all’offerta di azioni), ha reso noto che oggi è stata esercitata l’opzione “Greenshoe”.

L’opzione è stata esercitata…

MERCATI

Borse europee piatte, comparto oil sotto pressione

La debolezza del comparto energetico penalizza l’azionario europeo che chiude la seduta in parità: a Londra il Ftse100 si è fermato a 7.517,71 punti (+0,04%), il Dax a 12.621,72 (-0,17%) e il Cac40 a 5.337,16 (-0,08%).

“Buy The Rumor, Sell the Ne…