1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Forex: il dollaro sale ai massimi da inizio ottobre

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il no agli Eurobond e l’asta italiana spingono al ribasso l’euro che si conferma ai minimi da inizio ottobre nel cross con il greenback. Il day-after il nuovo nein all’emissione di titoli di debito comuni dell’Eurozona la moneta unica ha dovuto fare i conti con i risultati dell’asta di titoli a sei mesi ed a due anni del Tesoro italiano.

Il Bot semestrale ha visto il rendimento salire dal 3,535% registrato nell’asta dello scorso 26 ottobre al 6,504%. Si tratta del dato maggiore dall’introduzione dell’euro. In forte ascesa anche il titolo a due anni, il cui rendimento si è portato al 7,814%, dal 4,628% dell’asta precedente.

In questo momento l’eurodollaro scende dello 0,6% a 1,3242 dopo aver toccato un minimo di seduta a 1,3211. Il prossimo livello di supporto è individuabile a 1,3198. Stabile invece a 102,88 l’incrocio con la divisa nipponica. Nel corso dell’ottava il primo cross ha segnato un calo di 2 punti percentuali mentre il secondo è sceso dell’1%.

Massimi da inizio ottobre anche per il dollar index, l’indice che misura l’andamento del biglietto verde nei confronti di un basket di valute, che si porta a 79,6 (+0,6%). Il greenback beneficia del fatto che i recenti interventi per indebolire le rispettive valute messi in campo dalle autorità giapponesi e svizzere hanno ridotto il novero delle valute rifugio.

Poco fa indicazioni positive per la moneta unica sono arrivate dalle parole di Yves Mersch, il banchiere centrale lussemburghese e consigliere della Bce. Mersch nel preannunciare che la Bce potrebbe mettere in campo nuove misure, di durata superiore ad un anno, destinate ad incrementare la liquidità del sistema bancario, ha sostanzialmente confermato le indiscrezioni circolate negli ultimi giorni relative un’estensione temporale (a 2-3 anni) dei prestiti effettuati dalla Bce al sistema bancario.

Commenti dei Lettori
News Correlate
AUMENTO DI CAPITALE

Carraro: offerta in opzione, sottoscritto il 99,684%

A conclusione dell’offerta in opzione nell’ambito dell’aumento di capitale, Carraro ha annunciato che sono stati esercitati 43.225.974 diritti per la sottoscrizione di 33.620.202 azioni, pari al 99,684% del totale.

Il controvalore complessivo è d…

BANCHE ITALIA

Veneto Banca: Cda chiede intervento Atlante per ricapitalizzazione

Oggi il Cda di Veneto Banca “ha riaffermato – si legge in una nota diffusa dall’istituto – la propria piena fiducia nella prospettiva dell’aggregazione con Banca Popolare di Vicenza come condizione per il rilancio delle due banche, importante per lo …

MERCATI

Chiusura di ottava di poco sotto la parità per le borse europee

Grazie a un miglioramento nella seconda parte innescato dalla revisione al rialzo del Pil statunitense del primo trimestre (+1,2%), i listini europei riducono le perdite e chiudono la settimana di poco sotto la parità.

A Londra il Ftse100 ha term…

MACRO

Stati Uniti: fiducia dei consumatori a 97,1 punti a maggio

Nel mese di maggio l’indice di fiducia dei consumatori elaborato dall’Università del Michigan si è attestato a 97,1 punti, dai 97 di aprile. Nella stima flash il dato era risultato pari a 97,7 punti.