1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Forex: dollaro accelera al rialzo dopo il Pil del secondo trimestre migliore delle attese

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il dato migliore delle attese arrivato dal Pil a stelle e strisce nel secondo trimestre rafforza il biglietto verde. La prima economia del pianeta, secondo la seconda stima, tra aprile e giugno ha registrato un tasso di crescita trimestrale annualizzato dell’1,6%, contro il +2,4% t/t della stima flash ed il +1,4% del consenso.

Il biglietto verde dopo la pubblicazione del dato ha accelerato al rialzo, quotando in questo momento a 1,2704 nel cross con l’euro (eur/usd), riconquistando quota 85 (85,070) nello usd/jpy e scendendo a 1,5482 nel cable, il cross sterlina/dollaro.

Commenti dei Lettori
News Correlate
ASTA BOND

Italia: Tesoro, mercoledì in asta Bot per 6,75 miliardi

Nell’asta in calendario il prossimo 28 giugno saranno collocati Buoni ordinari del tesoro con scadenza semestrale per 6,75 miliardi. Il 30 giugno scadranno Bot a sei mesi per 6,5 miliardi.

MERCATI

Segno meno per i listini europei

Chiusura all’insegna della prudenza per le borse europee, alle prese con la debolezza del comparto energetico e con indicazioni macro contrastanti arrivate dalla Germania. Il Ftse100 ha terminato l’ultima seduta della settimana con un calo dello 0,2%…

Strategie di investimento

I gestori preferiscono l’azionario europeo a Wall Street. Il report di Bank of America

Il dato migliore delle attese arrivato dal Pil a stelle e strisce nel secondo trimestre rafforza il biglietto verde. La prima economia del pianeta, secondo la seconda stima, tra aprile e giugno ha registrato un tasso di crescita trimestrale annualizzato dell’1,6%, contro il +2,4% t/t della stima flash ed il +1,4% del consenso. Il biglietto […]

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Italia: ancora indietro sui tempi di pagamento della Pa

L’Italia continua a portare la maglia nera nella classifica dei tempi effettivi di pagamento da parte della Pubblica amministrazione (Pa). Secondo l’ultimo rapporto di Intrum Iustitia, le imprese italiane pagano a 52 giorni contro 37 della media euro…