1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Forex: del +11,9% cinese beneficia l’aussie

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il dollaro australiano sta beneficiando del +11,9% registrato nei primi 3 mesi del 2010 dal Pil con gli occhi a mandorla, dopo il +10,7% del 4° trimestre. Se il +2,4% messo a segno dall’inflazione ha tranquillizzato i funzionari della PboC ed il +18% delle vendite al dettaglio è buon segno in vista di un potenziamento della domanda interna, è l’aussie a beneficiare del il +18,1% annuo registrato dalla produzione industriale a marzo.

Il sistema produttivo cinese compra in Australia una quantità sempre maggiore di materie prime, non a caso il Celeste Impero è il primo partner commerciale della terra dei canguri.

Il dollaro australiano scambia quindi a 1,4519 contro euro ed a 1,3070 nell’aud/usd; la moneta beneficia anche delle attese di inflazione annunciate dal Melbourne Institute, che pronostica la crescita dei prezzi al 4,1%. La Rba nella prossima riunione non dovrebbe toccare, dopo 5 rialzi consecutivi, il costo del denaro.