1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Forex: debole asta spagnola frena l’euro, la sterlina tenta la risalita

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Quotazioni dell’euro in discesa in area 1,345 dollari dopo i deboli riscontri arrivati dall’asta spagnola con i rendimenti medi dei titoli decennali saliti ai massimi dal 1997. Madrid ha collocato titoli per 3,56 miliardi di euro, poco oltre la metà della forchetta tra 3 e 4 miliardi prevista. I rendimenti sono saliti al 6,975%, sui massimi dal 1997. Quest’anno il rendimento massimo a cui erano stati collocati i titoli decennali era stato il 5,986% dell’asta del 21 luglio scorso. Buoni riscontri invece dalla domanda, pari a 1,5 volte il quantitativo offerto.

Dopo l’asta nuovi massimi per lo spread tra il decennale spagnolo e quello tedesco salito a 495 punti base con rendimento al 6,72%. Si tratta del nuovo massimo rispetto al 6,45% toccato ad agosto. Si amplia anche Il differenziale di rendimento tra i titoli francesi e quelli tedeschi ha toccato il nuovo massimo dall’introduzione dell’euro superando quota 200 punti base. Il rendimento degli Oat decennali è salito al 3,80%.

Tra le altre valute in recupero la sterlina (cross £/$ a 1,5762) in scia ai positivi riscontri arrivati dalle vendite al dettaglio di ottobre, salite a sorpresa dello 0,6%. La divisa britannica era reduce da tre giorni di ribassi rispetto al dollaro complici anche i riscontri arrivati dalla BoE. L’inflation Report diffuso ieri dalla banca centrale britannica ha abbassato con decisione le stime di crescita alla luce del deterioramento dello scenario globale. Un taglio delle stime, abbinato a previsioni di minori pressioni inflattive nel corso del 2012, che apre alla possibilità di un ulteriore incremento del piano di allentamento quantitativo, attualmente è fissato a 275 miliardi di sterline.

“Il messaggio è che vi è spazio per ulteriore allentamento monetario – rimarca la nota odierna sul Forex di Intesa Sanpaolo – che a nostro avviso potrebbe avvenire entro gennaio/febbraio al massimo ed essere pari ad almeno 25 miliardi di sterline”.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Borse europee: partenza in moderato calo, oggi è il giorno dei Pmi

Partenza in moderato calo per le Borse europee, dopo una chiusura piatta a Wall Street, nonostante il buon esito degli stress test della Fed. In avvio la piazza di Francoforte scivola dello 0,24%, Parigi cede lo 0,17% e Londra segna un -0,30%. Il sen…

MACROECONOMIA

Francia: Pil I trimestre rivisto al rialzo a +0,5%t/t e +1,1% a/a

Il Prodotto interno lordo (Pil) della Francia ha segnato nel primo trimestre dell’anno, secondo la lettura finale, un rialzo dello 0,5% rispetto al periodo precedente e dell’1,1 per cento su base annua. Nella stima preliminare si era rilevata una cre…

MERCATI

Piazza Affari e Borse europee previste in moderato calo in avvio

L’ultima seduta della settimana dovrebbe aprirsi con segno meno per Piazza Affari e le Borse europee, dopo una chiusura piatta a Wall Street, nonostante il buon esito degli stress test della Fed. Tutte le 34 banche americane hanno passato con success…

MERCATI

Borsa di Tokyo chiude sulla parità

La Borsa di Tokyo ha terminato sulla parità, in scia a una chiusura poco mossa di Wall Street. Dopo una partenza positiva l’indice Nikkei ha segnato a fine giornata un +0,11% finendo a 20.132,67 punti mentre il Topix ha mostrato un +0,06% a 1.611,34 …

SETTORE ASSICURATIVO

Allianz, allo studio taglio di 700 posti di lavoro in Germania (stampa)

il gruppo assicurativo Allianz avrebbe intenzione di tagliare 700 posti di lavoro in Germania nei prossimi tre anni. Lo riporta oggi il quotidiano tedesco Süddeutsche Zeitung, citando fonti anonime vicine alla vicenda. Secondo l’indiscrezione, la sfo…