1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Forex: Brexit costringerà SNB a nuovi interventi (analisti)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il materializzarsi della Brexit acuisce le pressioni rialziste sul franco svizzero. La divisa elvetica è un safe-haven (porto sicuro) a copertura del rischio cambio tra il Regno Unito e l’Europa e gli analisti ritengono che tale status aumenterà a seguito del voto shock espresso dagli inglesi. La divisa rossocrociata è già stato nelle scorse settimane uno strumento primario a copertura del rischio di Leave “e come tale non escludiamo un ulteriore intervento da parte della Banca Nazionale Svizzera, che naturalmente seguirà con estrema cautela gli sviluppi di mercato”, sottolinea Peter Rosenstreich, Head of Market Strategy di Swissquote.
La Brexit potrebbe fare da miccia di altri rischi regionali. “Le proiezioni di voto sugli eventuali referendum che dovessero tenersi in Irlanda del Nord e in Scozia minaccerebbero la stessa esistenza della Gran Bretagna – ammonisce l’esperto di Swissquote – , mentre gli euroscettici potrebbero venire ulteriormente galvanizzati a seguito delle elezioni spagnole che si terranno domenica. Possiamo anticipare che per il prossimo futuro l’Europa vivrà un periodo di grandi incertezze come conseguenza dell’avversione al rischio attuale, suggerendo un prolungato periodo di rafforzamento della valuta elvetica e questo metterà la SNB sulla difensiva”. La prossima mossa potrebbe essere quella di aumentare i tassi già negativi applicati ai depositi poichè “con le curve dei rendimenti dei titoli di Stato svizzeri negative ormai fino alle scadenze ventennali e con una domanda non destinata a scendere, è improbabile che un rialzo dei costi dei depositi possa costituire un valido deterrente”, conclude Rosenstreich.