1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Forex: autorità giapponesi pronte a intervenire con decisione, lo yen ritraccia

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le parole del ministro delle finanze giapponese, Yoshihiko Noda, hanno permesso allo yen di ritracciare dai massimi toccati venerdì. Il cross dollaro/yen è risalito velocemente sopra quota 77 yen per poi attestarsi a 76,7. “Il governo è pronto ad agire con decisione per frenare la corsa dello yen – ha dichiarato oggi Noda – e nessuna opzione è esclusa”. Venerdì il cross dollaro/yen è sceso per la prima volta dalla Seconda Guerra Mondiale sotto la soglia dei 76 yen. “Abbiamo assistito ad un aumento di volatilità che ha portato i prezzi a dei nuovi minimi – rimarca la nota odierna di Fxcm – dopodiché abbiamo visto il superamento di 77. Probabile che i prezzi si vogliano mantenere all’interno di 76,40/76,70 per tutta la giornata”.

L’intonazione positiva dei mercati europei contribuisce alla risalita delle quotazioni dell’euro che a metà mattinata si è portato sino a quota 1,44 dollari. Mentre rimane forte la divisione sull’opzione Eurobond, le obbligazioni comuni garantite dagli Stati dell’Eurozona, oggi la Germania ha fatto sapere che intende raggiungere l’obiettivo del pareggio di bilancio con un anno d’anticipo. Il rapporto mensile del ministero delle Finanze evidenzia come il rapporto deficit/pil è ora visto all’1,5% quest’anno con pareggio di bilancio nel 2014. Le precedenti stime erano invece di un deficit sotto il 2% quest’anno e pareggio solo nel 2015. Il debito pubblico tedesco a fine anno dovrebbe scendere del 3% attestandosi a quota 80%.

Sempre oggi il ministro delle Finanze, Wolfgan Schaeuble, ha dichiarato in un’intervista radiofonica che per la Germania non c’è rischio recessione e le stime rimangono di un +3% quest’anno nonostante il forte rallentamento economico registrato nel secondo trimestre.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Chiusura di ottava di poco sotto la parità per le borse europee

Grazie a un miglioramento nella seconda parte innescato dalla revisione al rialzo del Pil statunitense del primo trimestre (+1,2%), i listini europei riducono le perdite e chiudono la settimana di poco sotto la parità.

A Londra il Ftse100 ha term…

MACRO

Stati Uniti: fiducia dei consumatori a 97,1 punti a maggio

Nel mese di maggio l’indice di fiducia dei consumatori elaborato dall’Università del Michigan si è attestato a 97,1 punti, dai 97 di aprile. Nella stima flash il dato era risultato pari a 97,7 punti.

WALL STREET

Borse Usa partono deboli, l’outlook spinge Big Lots

Dopo aver aggiornato i massimi storici, Wall Street parte debole in vista del weekend lungo a causa del Memorial Day (lunedì prossimo mercati chiusi). Nei primi scambi il Dow Jones segna un rosso dello 0,07% mentre S&P500 e Nasdaq scendono entrambi d…