Forex: l'aussie ritraccia i guadagni nonostante dati macro sopra le attese

Inviato da Luca Fiore il Mar, 31/08/2010 - 13:04
L'aussie, la moneta australiana, dopo una fiammata in corrispondenza della pubblicazione dei dati macroeconomici migliori delle attese arrivati dal commercio con l'estero, dalle vendite al dettaglio e dal comparto edilizio, sta perdendo terreno sul valutario. Il dollaro australiano, dopo un minimo di seduta a 1,4128 in questo momento scambia in crescita dello 0,5% nell'eur/aud a 1,4267; in calo invece dello 0,2% a 0,8891, dopo un massimo a 0,8955, l'aud/usd. L'aussie perde terreno contro il dollaro canadese a 0,9435 (-0,1%, nel pomeriggio in arrivo il dato sul Pil canadese) mentre sale dello 0,3% a 1,2716 nell'aud/nzd.

Per quanto riguarda il commercio con l'estero, il conto della partite correnti nel secondo trimestre ha registrato un deficit di 5,6 mld di dollari australiani, dai -16,5 della precedente rilevazione. Gli analisti avevano pronosticato un calo più contenuto a -6,4 mld. Indicazioni migliori delle attese anche dalle vendite al dettaglio e dal comparto edilizio. L'Istituto di statistica australiano ha annunciato che le vendite al dettaglio a luglio hanno registrato un rialzo dello 0,7%, il dato maggiore degli ultimi 4 mesi. Gli analisti avevano pronosticato una crescita in linea con il dato precedente (+0,4%). +2,3% infine per i permessi di costruzione, dal -3,4% precedente e decisamente migliore del -0,6% pronosticato alla vigilia dagli analisti.
COMMENTA LA NOTIZIA