1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Fondi monetari, un 2007 a cavallo del rialzo dei tassi? (Fondionline.it)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dopo un esercizio a dir poco mediocre, i fondi monetari stanno guadagnando appetibilità sulla scia delle decisioni della BCE. Non è stato un buon anno per i fondi monetari. L’esercizio 2006 si è chiuso con performance medie vicine al 2%, neppure in grado di far fronte all’incedere dell’inflazione. Il dato conferma che nel corso degli ultimi dodici mesi, i fondi monetari hanno offerto rendimenti reali negativi. E i sottoscrittori sembrano aver reagito di conseguenza, visto che i fondi monetari sono stati una delle vittime della guerra del passivo che ha coinvolto le Sgr nel corso di alcuni mesi dell’anno appena conclusosi.
Il panorama, tuttavia, sta cambiando grazie alla nuova fase sperimentata dalla politica monetaria della Banca Centrale Europea. I sei rialzi consecutivi operati dalla BCE hanno portato il tasso di riferimento nell’area UE al 3,5%, facendo lievitare l’interesse per quei fondi che presentano portafogli costituiti da emissioni obbligazionarie a breve termine che si rinnovano costantemente.
Le previsioni macro- economiche indicano che la Banca Centrale Europea potrebbe aumentare i tassi altre due volte (sempre di un quarto di punto) fino a toccare il 4%. Guardando al futuro, i pronostici di crescita per la zona euro nel 2007 restano positivi. Il sentiment ottimista coinvolge l’ambiente imprenditoriale, le istituzioni e persino gli analisti più scettici. In ogni caso, vale la pena ricordare che i pronostici sono indissolubilmente associati ad un grado di incertezza. Di fatto, le decisioni di politica monetaria dipendono non solo dalla probabilità assegnata allo scenario base, ma anche da quelle correlate agli scenari alternativi (da quelli più ottimisti a quelli più pessimisti). (segue).