Fondi immobiliari a rischio per colpa del ritardo pagamenti della Pa

Inviato da Redazione il Gio, 25/06/2009 - 16:03
Non basta la crisi a mettere in difficoltà l'industria dei fondi immobiliari, anche la pubblica amministrazione con il suo ritardo nei pagamenti dei canoni di locazione, dà un ulteriore affondo al mercato. La denuncia è arrivata da Assoimmobiliare. Nel corso del primo trimestre del 2009, Stato e Comuni hanno pagato in media con 52 giorni di ritardo, contro i 37 giorni della media europea. Mentre per le locazioni, la Pubblica Amministrazione (Pa) è arrivata spesso a sfiorare i 12 mesi di ritardo, danneggiando i 500.000 risparmiatori che hanno investito nel settore immobiliare. Di fronte a questo problema, Assoimmobiliare ha chiesto il ripensamento del sistema. Secondo l'associazione occorre fissare termini certi, massimo sei mesi, per il pagamento dei canoni di locazione. Inoltre, sarebbe necessario un nuovo regime di rimborsi dell'Iva più rapido, che preveda un termine massimo di 12 mesi.
COMMENTA LA NOTIZIA