I fondi frenano anche a febbraio: i deflussi si fermano a 7,3 mld di euro

Inviato da Daniela La Cava il Gio, 06/03/2008 - 12:41

Anche nel mese di febbraio l'industria del risparmio gestito frena, anche se lo fa meno intensamente che in passato. Secondo quanto comunicato da Assogestioni, nel secondo mese dell'anno il sistema fondi accusa deflussi per 7,3 miliardi di euro. Qualche piccolo segnale di ripresa, come si era appreso dai risultati preliminari, c'è stato, anche se il saldo dei primi due mesi del 2008 rimane ancora in rosso con una cifra superiore a -26 miliardi di euro.

In dettaglio, sono superiori a 729 milioni le sottoscrizioni per i fondi di liquidità. In positivo per il secondo mese consecutivo, con un patrimonio che si colloca poco sotto i 96,3 miliardi di euro. Bilancio positivo anche per gli Hedge, che, rispettando le anticipazioni, guadagnano 333 milioni di euro con un patrimonio si attesta a 36 miliardi. Mese da dimenticare per i fondi obbligazionari che sono i prodotti maggiormente colpiti dai riscatti. A febbraio la categoria perde oltre 3,5 miliardi. Non va meglio agli azionari, per i quali i deflussi ammontano a poco meno di 2,5 miliardi. Alla fine del mese il patrimonio dei prodotti obbligazionari è pari a poco meno di 197 miliardi, mentre quello dei prodotti azionari si colloca poco sopra i 108 miliardi di euro. Per quanto riguarda i fondi bilanciati e quelli flessibili subiscono nel periodo in esame deflussi rispettivamente pari a 1,23 e 1,19 miliardi. Le due categorie detengono masse pari a 28,8 e 62,5 miliardi di euro.

Dai dati diffusi da Assogestioni emerge che i fondi italiani, 303 miliardi di patrimonio, accusano a febbraio riscatti per 4,3 miliardi. Per i roundtrip il saldo di fine mese è negativo e pari a 2,4 miliardi di euro. Il patrimonio subisce una lieve flessione e si riposiziona a quasi 185 miliardi di euro. I deflussi di febbraio si fanno sentire anche sui prodotti esteri, che chiudono provvisoriamente con riscatti pari a 648,7 milioni e un patrimonio di poco inferiore a 41 miliardi.
 
C'è chi però non si è fatto contagiare dal trend negativo. I dati definitivi di febbraio hanno mostrato nuovi deflussi per 7,3 miliardi di euro dal sistema dei fondi comuni. A livello di singoli gruppi di promozione spiccano però i risultati di Mediolanum, Azimut e Anima. I tre gruppi hanno infatti mostrato un dato di raccolta netta positivo rispettivamente per 62, 16,1 e 44,6 milioni di euro.
(Notizia aggiornata alle 14.02)
COMMENTA LA NOTIZIA