Fondi comuni: a luglio raccolta positiva per 1,8 mld, primeggiano gli obbligazionari

Inviato da Redazione il Gio, 06/08/2009 - 14:54
Raccolta positiva per i fondi comuni d'investimento a luglio. Per la seconda volta dall'inizio dell'anno, rimarca Assogestioni, il bilancio tra sottoscrizioni e riscatti torna a sostenere i primi procurando al sistema flussi positivi per oltre 1,8 miliardi di euro. Hanno fatto la voce grossa i fondi di Diritto Estero promossi da gruppi italiani ed esteri che, con una raccolta che sfiora il miliardo e 900 milioni di euro, appianano i deflussi registrati dai prodotti di Diritto Italiano. Gli asset dell'industria, traendo beneficio dall'andamento positivo dei mercati e dai risultati di raccolta, risultano in ascesa tornando a raggiungere quota 412,6 miliardi di euro. Degli 1,9 miliardi di euro di raccolta, 1,7 mld provengono da afflussi registrati dai prodotti promossi dai gruppi italiani, mentre 161 milioni sono attribuibili alla raccolta messa a segno da prodotti promossi da gruppo esteri.
Raccolta in positivo lo scorso mese per azionari, obbligazionari, liquidità e flessibili. Secondo i dati riportati da Assogestioni, in prima posizione risultano i fondi obbligazionari che tornano in positivo e archiviano il mese con una raccolta netta di oltre un miliardo. Il patrimonio della categoria torna a crescere sopra quota 156,5 miliardi di euro, pari al 37,9% degli asset complessivi. I fondi di liquidità si posizionano al gradino d'onore mettendo a segno una raccolta di 655 milioni di euro. Gli asset risultano in crescita sfiorando gli 88 miliardi, equivalenti al 21,3% del patrimonio investito in fondi. Terzo gradino del podio per i prodotti azionari con afflussi per 561 milioni. Il patrimonio affidato a questa categoria è salito a quota 80,7 miliardi di euro e rappresenta il 19,6% degli asset. I fondi flessibili completano il quartetto registrando a luglio afflussi per 142 milioni di euro. Il patrimonio investito in questi prodotti sale a quota 54 miliardi di euro, il 13,1% del patrimonio investito in quote di fondi. Saldo negativo invece per i fondi bilanciati reduci dalla performance positiva di giugno. I deflussi ammontano a 44 milioni di euro. Nonostante i deflussi il patrimonio è cresciuto portandosi oltre la quota dei 17 miliardi di euro. Un dato che in percentuale pesa per il 4,2%. Ancora negativo il bilancio per i fondi hedge che registrano 584 milioni in uscita e detengono un patrimonio, in flessione, equivalente al 3,9% degli asset complessivi, pari a oltre 16 miliardi di euro.
COMMENTA LA NOTIZIA