1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Focus sui FANG a Wall Street, Netflix straccia stime abbonamenti. Boom titolo

Dall’inizio dell’anno le quotazioni di Netflix sono balzate di oltre +30%, a fronte di un rialzo inferiore del 10% per l’indice S&P 500. Dopo bilancio nuovo record assoluto per il …

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Buone notizie per Netflix, componente dell’acronimo FANG (Facebook, Amazon, Netflix, Google), che per il secondo trimestre consecutivo, ha battuto sia le proprie stime che quelle del consensus, riportando una crescita massiccia nel numero degli abbonamenti.

Nel trimestre in corso, Netflix ha reso noto di aver attratto altri 5,2 milioni di abbonamenti: un numero che risulta ben al di sopra dei 3,2 milioni di nuovi utenti che la società stessa aveva previsto.

Tra la platea dei nuovi abbonati, più di 4 milioni non vivono negli Stati Uniti, dove invece la crescita è stata superiore comunque a 1 milione.

Nel caso di Netflix, gli investitori non sono tanto interessati ai numeri ‘classici’ del bilancio, quanto piuttosto al trend degli abbonamenti, che permette di valutare il successo del modello di business e che getta di conseguenza le basi per il successo o meno della società.

Notevole è stata la crescita a livello internazionale, tanto che il suo segmento globale ora incide sulla base complessiva degli abbonamenti per la metà circa. Ed è stata la stessa società a comunicare inoltre di stimare “un contributo internazionale positivo sui profitti per l’intero anno 2017“.

Sul fronte prettamente finanziario, la società ha reso noto di aver chiuso il trimestre con un utile per azione di 15 centesimi, su un fatturato di $2,79 miliardi. Gli analisti avevano stimato un attivo di 16 centesimi per azione, su un giro d’affari di $2,76 miliardi.

Subito dopo la pubblicazione dei risultati di bilancio, il titolo Netflix è balzato fino a +10%. Nelle contrattazioni afterhours il titolo è salito fino a $174, dopo aver testato un record intraday durante la sessione del Nasdaq a $166,87.

Dall’inizio dell’anno le quotazioni di Netflix sono balzate di oltre +30%, a fronte di un rialzo inferiore del 10% per l’indice S&P 500.