1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Assicurazioni ›› 

Focus su tariffe Rc Auto: ancora rincari, ma con la comparazione si risparmia

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il settore delle Rc Auto continua a essere la spina nel fianco del mondo assicurativo. Uno scenario a tinte fosche confermato anche dell’osservatorio assicurazioni auto di cercassicurazioni.it, comparatore online di assicurazioni auto, che ha rilevato un aumento del 33% delle tariffe Rc Auto nei primi 9 mesi del 2010 rispetto all’ultimo trimestre 2009, ma al tempo stesso un forte risparmio per il consumatore grazie alla comparazione su internet. “Tale risparmio è da intendersi come differenza tra il premio medio proposto dalle 18 Compagnie assicurative presenti su
cercassicurazioni.it e il best price online offerto al cliente”, precisa una nota. “L’analisi dei dati – ha commentato Emanuele Anzaghi, amministratore delegato di Cercassicurazioni.it – permette di trarre due conclusioni: la prima è che, data la grande differenziazione dei premi Rc Auto, non è possibile imputare gli aumenti a un fantomatico cartello delle assicurazioni, ma piuttosto al sempre maggiore impatto di problemi strutturali quali frodi assicurative o scarsa efficacia del sistema bonus/malus per i quali urgono soluzioni radicali”. E ha aggiunto: “La seconda è che per il consumatore diventa fondamentale comparare i prezzi delle diverse assicurazioni allo scopo di ottenere un premio più vantaggioso, eventualmente anche cambiando compagnia in modo da incentivare la competizione e, di conseguenza, favorire una riduzione dei premi assicurativi”.
Le perdite del settore Rc Auto rimangono uno dei temi più spinosi all’interno del comparto assicurativo, dunque. Solo qualche mese fa l’Isvap aveva affrontato il problema convocando le imprese e i consumatori alla ricerca di una soluzione. Una strade individuata dalle compagnie è siglare accordi con carrozzerie convenzionate, contenendo i costi di riparazione.