Fmi vede il petrolio oltre quota 80, scatta l'allarme per la crescita mondiale

Inviato da Redazione il Gio, 20/04/2006 - 08:20
C'è il rischio che il petrolio superi gli 80 dollari al barile già a metà anno. Il Fondo monetario internazionale lancia l'allarme: i prezzi potrebbero inchiodarsi a questo livello, c'è un 15% di probabilità che il balzo si realizzi sul serio visto le incertezze geopolitiche nell'area medio-orientale e le tensioni in Nigeria. L'ipotesi aleggia sulle prospettive dell'economia mondiale che tuttavia, dopo quattro anni consecutivi di rialzi sopra il 4%, accelera anche nel 2006 per la spinta di Paesi come la Cina, l'India e la Russia. La stima di quest'anno parla di una crescita globale del 4,9%, lo 0,6% in più di quanto ipotizzato appena lo scorso settembre, in rialzo rispetto al 4,8% del 2005. Per l'anno prossimo è previsto un 4,7 per cento. Ma sono tutte stime basate su un barile a 60 dollari.
COMMENTA LA NOTIZIA