1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Fmi, sorpresa: l’Italia cresce, perchè non fare adesso le riforme?

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’Italia sta crescendo. Se non è questo, qual è il momento giusto per fare le riforme? E’ quello che si chiede il Fondo monetario internazionale, dal momento che, secondo le sue analisi, le condizioni in cui il governo si trova ad operare sono “probabilmente le migliori possibili”. Non tanto dal punto di vista politico: “il governo ha una maggioranza esile e alcuni componenti si oppongono alle riforme orientate al mercato”, notano gli esperti. Per il Fmi, le condizioni per i cambiamenti strutturali, dalla riforma del mercato del lavoro alle pensioni, dalla modifica delle procedure di bilancio alle scelte per aumentare la concorrenza, sono propizie soprattutto perchè il contesto economico italiano non è mai stato così buono dal 2001 ad oggi. In particolare, “la Finanziaria 2007 sembra orientata a permettere la discesa del deficit al di sotto del 3% del Pil, grazie anche alle entrate del 2006, migliori del previsto”. Il rapporto tra debito e Pil, salito nel 2005 e nel 2006, resterà tuttavia invariato nel 2007, a circa il 107%, avverte il Fondo, e cioè ancora superiore di 47 punti a quello massimo ufficialmente concesso a suo tempo ai grandi paesi europei dalla Ue. Secondo gli esperti del Fmi, le procedure attuali di bilancio sono assolutamente da rivedere, per cui la strada delle riforme dovrà essere perseguita con chiarezza anche se il cammino dovesse “richiedere anni”.