1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Fmi: i mercati restano fragili

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’inflazione in crescita, l’economia che rallenta e il mercato immobiliare che continua a sgonfiarsi non permettono di vedere ancora la luce in fondo al tunnel e ne tanto meno di abbassare la guardia. Il caro petrolio e il supereuro completano lo scenario non certo roseo. È questa la fotografia scattata dal Fondo monetario internazionale in occasione dell’aggiornamento del Global Financial Stability report. Ma non è tutto. Secondo gli esperti di Washington, nonostante gli oltre 400 miliardi di dollari di svalutazioni e gli aumenti di capitale, le banche statunitensi potrebbero necessitare ancora di risorse. “I mercati – suggeriscono dall’Fmi – sono ancora fragili e gli indicatori di rischio sistemico elevati”. A impensierire maggiormente è l’effetto “intermediazione tra i mercati finanziari e le prospettive macroeconomiche”.