1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Fmi: i mercati restano fragili

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’inflazione in crescita, l’economia che rallenta e il mercato immobiliare che continua a sgonfiarsi non permettono di vedere ancora la luce in fondo al tunnel e ne tanto meno di abbassare la guardia. Il caro petrolio e il supereuro completano lo scenario non certo roseo. È questa la fotografia scattata dal Fondo monetario internazionale in occasione dell’aggiornamento del Global Financial Stability report. Ma non è tutto. Secondo gli esperti di Washington, nonostante gli oltre 400 miliardi di dollari di svalutazioni e gli aumenti di capitale, le banche statunitensi potrebbero necessitare ancora di risorse. “I mercati – suggeriscono dall’Fmi – sono ancora fragili e gli indicatori di rischio sistemico elevati”. A impensierire maggiormente è l’effetto “intermediazione tra i mercati finanziari e le prospettive macroeconomiche”.

Commenti dei Lettori
News Correlate
RECUPERO DEL POUND

Forex: deboli dati non deprimono la sterlina

Recupero per la sterlina sul forex con cross gbp/usd tornato sopra quota 1,42 dopo la debolezza della vigilia a seguito dell’inflazione più debole del previsto a marzo (+2,5% annuo, sui …

INFLAZIONE UK AI MINIMI A UN ANNO

Forex: sterlina affonda dopo debole inflazione UK

La battuta d’arresto per l’inflazione britannica si fa sentire sulla sterlina che si muove in forte ribasso contro le altre principali valute. Il cross tra sterlina e dollaro è sceso …