Fmi lancia un nuovo allarme: “Non si è fatto abbastanza per fermare crisi zona euro”

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Non è stato fatto abbastanza per bloccare il diffondersi della crisi della zona euro. E’ questo il nuovo allarme lanciato dal Fondo monetario internazionale (Fmi). In un rapporto dedicato alle conseguenze delle politiche economiche di cinque tra le maggiori economie al mondo (Stati Uniti, zona euro, Cina, Giappone e Regno Unito) l’istituto di Washington ha affermato che “nonostante i progressi non è stato fatto abbastanza per fermare la diffusione delle tensioni e attenuare le ripercussioni del circolo vizioso conti-crescita-settore bancario”. Tra le preoccupazioni del Fmi non c’è solo l’eurozona, ma anche le incertezza che ruotano attorno alla politica fiscale statunitense. Sul fronte cinese il Fmi teme invece un rallentamento degli investimenti, che hanno rappresentato il maggiore driver di crescita del Paese asiatico, mentre per il Giappone i timori maggiori si concentrano sull’elevato debito pubblico nonostante la buona ripresa post terremoto. E infine c’è il Regno Unito che, secondo il rapporto, dovrebbe realizzare nuove iniziative volte a rafforzare il sistema finanziario e ristabilire la fiducia.

Commenti dei Lettori
News Correlate
USA

Wall Street: scambi misti sul mercato futures dopo Pil deludente

Futures misti sulle piazze americane dopo la pubblicazione del dato sul Pil annualizzato del primo trimestre 2017. L’economia statunitense è cresciuta al ritmo più debole degli ultimi tre anni nei primi tre mesi dell’anno. Questa dinamica è stata det…

Russia: banca centrale taglia i tassi al 9,25%

La banca centrale russa ha deciso di tagliare il tasso chiave portandolo dal 9,75% all’attuale 9,25 per cento. I mercati si attendevano un taglio, ma stimavano una discesa al 9,50 per cento. “L’inflazione si sta muovendo verso il target fissato, le a…

Elezioni Francia: Macron avanza nei sondaggi, a lui il 60% dei voti

Il candidato centrista Emmanuel Macron avanza nei sondaggi. Secondo l’ultima indagine Opinionway-Orpi per Les Echos e Radio Classique, Macron batterebbe nel secondo turno delle elezioni presidenziali in Francia la rivale Marine Le Pen con il 60% dei …

Inflazione Eurozona torna ad accelerare, aumentano pressioni su Bce

L’inflazione della zona euro torna ad approcciare il target del 2% perseguito dalla Bce mostrando inoltre una decisa accelerazione ad aprile della componente core, ossia l’inflazione di fondo, salita ai massimi a quasi 4 anni. Indicazioni che vanno a…