1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Fitch: interesse del governo ad aiutare banche risalta la debolezza intrinseca del settore

QUOTAZIONI Bca Mps
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’Agenzia di Rating Fitch si è espressa sul possibile intervento del governo italiano a sostegno del capitale dei principali istituti bancari del Paese.

Secondo gli analisti di Fitch le banche italiane necessitano di interventi mirati al rafforzamento della struttura di capitale, specialmente per quanto riguarda la qualità degli attivi attualmente in bilancio.

L’agenzia di rating sottolinea come non sarà facile per l’Italia strappare un si all’Unione Europea, in quanto un intervento dello Stato nel capitale delle banche è esplicitamente vietato dall’articolo 108 del Trattato di Funzionamento dell’Unione Europea.

Ad oggi la Commissione europea ha approvato un pacchetto di liquidità per 150 miliardi di euro, in via precauzionale. Questo è l’unico sostegno di tipo “pubblico” ammesso dalla Commissione Europea e dalla direttiva Bank Recovery and Resolution Directive (BRRD).

Nel frattempo, scrive Fitch, l’interessa del governo ad aiutare gli istituti in difficoltà non fa altro che sottolineare le già evidenti difficoltà del settore in Italia. Continuano a perdere terreno in Borsa tutti i maggiori gruppi bancari quotati a piazza Affari.

Al momento la più colpita dal sell-off è Banca Mps che perde l’8,67% a 0,349 euro, dopo aver ricevuto una lettera da parte della Bce dove viene richiesto un piano triennale di smaltimento degli attivi di scarsa qualità e di rafforzamento patrimoniale. Segue con un -5,06% Banca popolare dell’Emilia Romagna che quota a 2,96 euro.

Più contenuti, ma comunque sintomatici della sfiducia generale sul comparto, i ribassi per UniCredit -2,9% a 1,82 euro e UBI Banca -2,7% a 2,36 euro.