1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Fitch declassa il Brasile a junk, real al tappeto

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il declassamento a spazzatura (junk) del merito di credito del Brasile da parte di Fitch ha innescato nuovamente le vendite sul real brasiliano. La divisa carioca, protagonista quest’anno di un deprezzamento record di circa il 50% contro il dollaro Usa, cede oltre 1 punto e mezzo percentuale contro il biglietto verde con una accelerazione al ribasso proprio in scia all’annuncio di Fitch. Il cross usd/real viaggia a 3,947. 

Rating a junk e outlook anche negativo 

Fitch Ratings ha declassato il Brasile a junk (spazzatura). Il rating a lungo termine in valuta estera e locale è sceso a BB+ da BBB- con outlook che resta negativo. Il downgrade del Brasile, rimarca la nota di Fitch, riflette la recessione dell’economia carioca più profonda del previsto, gli sviluppi fiscali sfavorevoli e l’accresciuta incertezza politica che potrebbe minare ulteriormente la capacità del governo di attuare efficacemente le misure fiscali per stabilizzare il crescente peso del debito. “La crisi economica del Brasile non è in diminuzione come evidenziato dai dati relativi al PIL del terzo trimestre del 2015 (-1,7% t/t e -4,5% annuo) con livelli dei consumi e degli investimenti in ritirata”, prosegue Fitch che ora prevede il Pil brasiliano a -3,7% e -2,5% rispettivamente nel 2015 e 2016 con i rischi principalmente al ribasso.