Il fiscal cliff penalizza i listini a stelle e strisce

Inviato da Luca Fiore il Ven, 09/11/2012 - 01:32
Lo spauracchio rappresentato dal fiscal cliff spinge al ribasso i listini a Wall Street. Segno meno per le borse Usa, penalizzate dal timore che entro fine anno la prima economia possa essere colpita dal "precipizio fiscale" rappresentato dal contemporaneo incremento del prelievo fiscale e dai tagli alla spesa pubblica. Il fiscal cliff ha fatto passare in secondo piano le indicazioni migliori delle attese arrivate dal deficit commerciale, sceso a 41,5 miliardi di dollari (da -44,2 miliardi), e dalle nuove richieste di sussidio, passate da 363 a 355 mila. Gli analisti, in entrambi i casi, avevano previsto un incremento (a -45 miliardi e a 370 mila).
Il Dow Jones ha cosi' chiuso in rosso di quasi un punto percentuale (-0,94%) a 12.811,32, -1,22% per lo S&P a 1.377,51 e -1,42% del Nasdaq a 2.895,58. Tra le notizie del giorno, terza seduta consecutiva con il segno meno per Apple (-3,63%) che rispetto al 21 settembre, quando il titolo aveva fatto segnare un massimo storico a 705,07 dollari, ha perso il 23,7%. -1,99% invece per McDonald's che ad ottobre, per la prima volta negli ultimi nove anni, ha registrato un calo delle vendite comparabili.
COMMENTA LA NOTIZIA