Fiorani fa cassa per l'Opa Antonveneta

Inviato da Redazione il Mer, 22/06/2005 - 09:12
Fiorani va avanti con il rafforzamento patrimoniale della banca. Dopo l'avvio dell'aumento di capitale il numero uno della Popolare di Lodi ieri ha lanciato sul mercato obbligazionario anche una serie di titoli privilegiati per un ammontare di 500 milioni di euro. L'operazione che serve per ricostituire i coefficienti patrimoniali della banca finiti sotto la soglia di vigilanza a causa dell'acquisto del 29,7% di Antonveneta ha incontrato un forte interesse da parte degli investitori. L'offerta è stata sottoscritta più di tre volte soprattutto per via dell'ottimo rendimento proposto. La Lodi è infatti costretta a pagare una cedola annuale di oltre sette punti percentuali a causa delle case di rating, come Moody's, che valutano la solvibilità della Lodi Baa1, un grado basso per una banca e che nel caso di preference share scende addirittura di due gradini fino a Baa3 ovvero l'ultima soglia del grado di investimento. Questo significa che se andasse in porto l'acquisizione dell'Antonveneta e le agenzie di rating abbassassero il loro giudizio anche di un solo voto, le preference share finirebbero automaticamente tra i titoli spazzatura. Da qui deriva l'alta cedola che Fiorani è costretto a pagare e che ieri ha attirato molti investitori istituzionali.
COMMENTA LA NOTIZIA