Finmek, dalla Russia l'ultima possibilita' di salvezza

Inviato da Redazione il Mar, 16/05/2006 - 08:47
Il nuovo polo tecnologico italiano che, secondo i progetti ormai falliti dell'imprenditore friulano Carlo Fulchir, avrebbe dovuto rilanciare l'elettronica italiana partendo dalla Olivetti pc di Ivrea, ma che si è trasformato, dopo quattro anni, in un buco da un miliardo di euro, cerca l'ultima ancora di salvezza in Russia. Il commissario Gianluca Vidal a fine mese farà visita a Mosca dove incontrerà i manager della russa Afk per ottenere un assenso o un diniego definitivo al piano a cui a lavorato negli ultimi mesi insieme ai tecnici della società di proprietà di Evtuschenkov. I russi dovranno dire se l'impegno preso a febbraio diventerà concreto per poter poi dare il via libera al piano che coinvolge quattro stabilimenti, Santa Maria Capua Vetere, Pagani, L'Aquila e Padova.

COMMENTA LA NOTIZIA