1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Finmeccanica: rosso di 2,3 mld nel 2011, pesano oneri non ricorrenti per 3,2 mld

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Finmeccanica ha annunciato di aver chiuso l’esercizio con una perdita di 2,3 miliardi di euro, contro i +557 milioni registrati nel 2010. “Sul dato incidono -si legge nella nota diffusa dalla società-,oltre il peggioramento dell’Ebita Adj. e dell’Ebit, gli oneri finanziari per 66 milioni di euro che includono la plusvalenza per la vendita del 45% di Ansaldo Energia, pari a 407 milioni di euro e il beneficio per 146 milioni di euro derivante dal provento fiscale”. Gli oneri “eccezionali” e “non ricorrenti” si attestano a circa 3,2 miliardi di euro. -7% annuo per il fatturato che da 18.695 scendono a 17.318 milioni di euro. “La riduzione di volumi ha interessato principalmente i settori dell’Elettronica per la Difesa e Sicurezza, dell’Energia e dei Trasporti”. Gli ordini sono pari a 17.434 milioni (-22%) mentre il portafoglio ordini si attesta a 46.005 milioni (-5%).