Finmeccanica mette nel mirino i minimi storici con il breakdown di area 3,32 euro

Inviato da stefano alberti il Lun, 26/03/2012 - 16:20
Quotazione: LEONARDO FINMECCANICA
Cede oltre un punti percentuale quest'oggi Finmeccanica, in controtendenza rispetto al principale paniere di Piazza Affari, alla vigilia della pubblicazione dei risultati 2011. Secondo le indiscrezioni circolate nelle ultime settimane, la società romana potrebbe annunciare una maxi perdita compresa tra i 2 e i 2,5 miliardi di euro in scia a svalutazioni su contratti e avviamenti. Dal punto di vista tecnico, le vendite che hanno caratterizzato la giornata odierna hanno portato il titolo sotto i minimi del 7 marzo a 3,446 euro e in prossimità di una zona di supporto statico in area 3,32 euro. Il livello in questione assume maggior rilevanza se si considera che proprio in quest'area transita la trendline ascendente tracciata con i minimi del 19 dicembre e 10 gennaio che ha fornito un supporto dinamico ai prezzi del titolo in atto da metà dicembre ad oggi. Indicazioni tecniche non positive provengono anche dall'andamento della media mobile di breve periodo che, nonostante il recupero messo a segno dalle quotazioni negli ultimi mesi, non è mai riuscita a portare a termine l'incrocio al rialzo con quelle di medio-lungo. Un'eventuale violazione al ribasso di area 3,32 euro comprometterebbe ulteriormente il quadro tecnico, proiettando le quotazioni verso i minimi storici del titolo registrati il 19 dicembre a 2,564 euro. Alla luce delle considerazioni effettuate, è possibile posizionarsi in vendita in area 3,5 euro. Con stop che scatterebbe con eventuali recuperi oltre i 3,97 euro, massimi relativi del 14 marzo, un primo target è individuabile in area 3,07 euro e un secondo a 2,57 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA