1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Finmeccanica: l’India cancella la commessa degli elicotteri, Orsi si dimette. Si scalda il dossier Ansaldo Energia

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’India ha avviato il processo per cancellare la commessa dei 12 elicotteri AgustaWestland, controllata di Finmeccanica, al centro dell’inchiesta che ha portato all’arresto di Giuseppe Orsi con l’accusa di corruzione internazionale. E’ quanto annunciato dal ministero della Difesa di New Delhi, che ieri aveva ufficialmente sospeso i pagamenti per i 9 elicotteri che dovevano essere ancora consegnati. La commessa con l’aviazione indiana, dal valore di 570 milioni di euro, secondo la magistratura sarebbe stata ottenuta attraverso il pagamento di tangenti. La notizia è senz’altro negativa per il colosso pubblico visto che l’India è uno dei mercati principali per il business dell’equipaggiamento militare.

Orsi lascia. Nel frattempo Giuseppe Orsi, che questa mattina è stato sottoposto ad un interrogatorio di garanzia nel carcere di Busto Arsizio, ha presentato le proprie dimissioni dalle cariche di presidente e consigliere di Finmeccanica. Mercoledì sera il Cda del gruppo di piazza Montegrappa aveva assegnato pieni poteri al direttore generale Alessandro Pansa. Un segnale di continuità in attesa che entri in carica il nuovo Governo, che molto probabilmente sceglierà i prossimi vertici di Finmeccanica.

Il downgrade di Ubs. A Piazza Affari il titolo del colosso pubblico continua a soffrire e oggi scivola sul fondo del paniere principale con un ribasso di oltre 3 punti percentuali a 4,026 euro. Oltre ai risvolti giudiziari, l’azione paga anche il downgrade di Ubs. Gli analisti della banca svizzera hanno tagliato il giudizio su Finmeccanica a neutral da buy, abbassando il target price a 4,50 euro dal precedente 6 euro.

“Crediamo che l’arresto del Ceo Orsi e il conferimento dei pieni poteri a Pansa, insieme all’incertezza che circonda le elezioni politiche hanno aumentato l’incertezza sul futuro di Finmeccanica e sul suo piano di ristrutturazione”, scrive il broker elvetico. “Pensiamo che il nuovo Ceo potrebbe non avere sufficiente supporto politico per portare avanti la ristrutturazione che è cruciale per il successo di Finmeccanica nel lungo termine”, concludono gli esperti di Ubs.

Dossier Ansaldo Energia. Ma non è tutto, perché il nuovo Ceo Pansa deve affrontare anche il dossier Ansaldo Energia. Secondo quanto scritto da Il Sole 24 Ore oggi scade il termine per la presentazione delle offerte per il gruppo genovese. In gara i nomi emersi negli ultimi mesi: le coreane Samsung e Doosan e la tedesca Siemens, anche se in posizione più defilata. Sullo sfondo il Fondo strategico della Cassa Depositi e Prestiti che potrebbe acquistare una quota di minoranza da solo o insieme ad un partner europeo. Giovedì 21 febbraio è previsto un Cda del colosso pubblico per un aggiornamento della situazione. “Non saremmo sorpresi se nessuno oggi presentasse un’offerta per Ansaldo Energia”, scrive Banca Akros che ritiene la situazione finanziaria di Finmeccanica è “sotto controllo”.