Finmeccanica, dagli Usa avvistata una bella commessa

Inviato da Redazione il Mer, 26/01/2005 - 17:04
Non si vive di soli venerdì. A casa Guarguaglini lo sanno bene, ma è difficile non pensare al 28 gennaio. Dopo domani Donald Rumsfeld, il segretario alla difesa Usa, pronuncerà l'atteso verdetto per la scelta del nuovo elicottero presidenziale Usa. In palio c'è una commessa da 1,6 miliardi di dollari per 23 mezzi. E Finmeccanica è della partita. Anche se analisti abbastanza maliziosi interpellati da Spystocks sostengono che il gruppo italiano sia già fuori gioco. L'Agusta-Westland Us 101 avrà anche poche possibilità di diventare l'elicottero di Bush perché non è prodotto negli Usa. Ma chi conosce il mezzo sa bene che sotto l'aspetto della sicurezza e del profilo tecnico è il migliore. Ad ogni modo per una commessa che sarebbe sfumata, una sarebbe già stata avvistata. Secondo quanto risulta a Spystocks Finmeccanica sarebbe infatti in odor di una commessa di 130 aerei da guerra ordinati dalla difesa Usa. Un ordine che non ha nulla da meno di quella per gli elicotteri. Anzi. Dal punto di vista del valore sarebbe molto più ghiotta.
COMMENTA LA NOTIZIA