1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Finmeccanica: alle prese con il rebus del polo trasporti, mercato guarda a destino Ansaldo STS

QUOTAZIONI Ansaldo Sts
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Finmeccanica deve risolvere il rebus del polo trasporti, che comprende Ansaldo Breda e il gioiellino Ansaldo STS. L’Ad del colosso pubblico, Alessandro Pansa, è stato chiaro: “investire nei trasporti potrebbe mettere a repentaglio il futuro del gruppo” e Breda può avere un futuro solo al di fuori di Finmeccanica. Dopo le parole pronunciate alla Camera, Pansa ha rincarato la dose in un intervento a Radio 24: “abbiamo un piano industriale strategico che prevede un riassetto e una crescita in termini di investimenti e quindi in futuro e anche in termini occupazionali, ma tutto quello che Finmeccanica potrà fare e intende fare nel mondo dello spazio difesa potrà avvenire solo dopo aver risolto e portato a soluzione il tema dei trasporti, in particolare il tema di AnsaldoBreda”, ha fatto sapere il top manager.

Parole chiare che hanno scatenato una raffica di indiscrezioni sul futuro di Breda e STS. Oggi il Corriere della Sera ha scritto che Sergio De Luca, il direttore generale di Finmeccanica, starebbe trattando negli Stati Uniti con General Electric Transportation la cessione di alcune attività di Ansaldo Breda e Ansaldo STS. Secondo il quotidiano di Via Solferino il resto delle attività finirebbe in una bad company nella quale far confluire alcuni contratti in contestazione in Belgio, Olanda e Danimarca.

L’intenzione di Finmeccanica, come ribadito qualche giorno fa da Alessandro Pansa, è però la vendita dell’intero polo trasporti che rappresenta il 10% delle attività del colosso pubblico. Queste ultime indiscrezioni sostengono il titolo Ansaldo STS a Piazza Affari, dove mostra un progresso dell’1,30% a 8,075 euro, mentre Finmeccanica lascia sul parterre oltre 1,5 punti percentuali a 7,20 euro.

Oltre alla vendita a General Electric, la scorsa settimana La Repubblica aveva scritto che il polo trasporti di Finmeccanica dovrebbe passare a breve sotto il cappello della Cassa Depositi e Prestiti. In questo scenario per Ansaldo STS l’alleanza con un partner industriale di peso dovrebbe quindi attendere un po’. Se dovesse prevalere questo scenario secondo Equita lo scenario speculativo su Ansaldo STS avrebbe minore probabilità di realizzarsi.