Finisce l'esilio di Pirelli Tyre, riacquistata da Pirelli & C.

Inviato da Alessandro Piu il Mer, 12/03/2008 - 09:21
Quotazione: PIRELLI & C

Uno dei passi principali della strategia di rifocalizzazione del gruppo sul proprio core business, disegnata da Marco Tronchetti Provera all'indomani dell'uscita dalle telecomunicazioni, è stato compiuto con il riacquisto di Pirelli Tyre.

Il 38,9% del capitale del quinto produttore mondiale di pneumatici è stato rilevato dal consorzio di banche composto da Intesa Sanpaolo, Banca Leonardo, Unicredit, One Equity Partners, Lehman Brothers e Mediobanca per 835,5 milioni di euro. Di tale cifra, 434,4 milioni sarà l'esborso in contanti a cui si assommerà un debito in carico alla società per 401,1 milioni di euro. Pirelli Tyre era l'unico asset controllato dall'apposito veicolo Speed spa, creato nell'estate 2006, nel quale erano confluite le quote del produttore di pneumatici ceduto dalla stessa Pirelli per 740 milioni di euro.

Il passaggio delle azioni Speed avverrà contestualmente al closing dell'operazione, previsto domani, ad eccezione di un 19,19% che verrà trasferito a Pirelli nel luglio prossimo.

con l'eccezione di una quota del 19,19%, il cui trasferimento a Pirelli è previsto nel luglio 2008

Il prezzo complessivo di valutazione della quota di Pirelli Tyre è inferiore a quanto precedentemente ipotizzato dagli analisti di mercato, con previsioni che oscillavano tra i 900 e i 950 milioni di euro.

Il minore esborso viene premiato dal mercato. A Piazza Affari i titoli Pirelli & C. fanno segnare un rialzo di circa un punto percentuale.

COMMENTA LA NOTIZIA