1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Fineco: il percorso verso l’Ipo inizia con un primo trimestre 2014 in forte crescita

QUOTAZIONI Unicredit
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nel giorno in cui l’Ad di Unicredit Federico Ghizzoni ha confermato che l’Ipo di Fineco avverrà entro fine luglio, il Consiglio di Amministrazione dell’istituto di credito online ha approvato i risultati al 31 marzo 2014.

“Fineco ha registrato un trimestre particolarmente solido: il dinamismo della nostra rete di promotori finanziari supportato dalla qualità della nostra offerta di prodotti e servizi e della nostra piattaforma operativa hanno consentito di generare un consistente aumento del numero di clienti, del totale attività finanziarie e della profittabilità della Banca. Il forte incremento dei ricavi, insieme alla scalabilità della nostra struttura operativa e ad un continuo monitoraggio dei costi ha assicurato una crescita più che proporzionale dell’utile netto di Fineco”, ha commentato i dati del primo trimestre 2014 Alessandro Foti, Amministratore Delegato di Fineco.

Il totale delle attività finanziarie al 31 marzo 2014 ha raggiunto i EUR45,6 miliardi, con un incremento del 4,6% rispetto a fine 2013, grazie ad una raccolta netta di EUR1,1 miliardi – la più alta nella storia della Banca – ed un effetto positivo collegato all’andamento del mercato di circa EUR950 milioni.

Il saldo della raccolta gestita si è attestato a EUR20,3 miliardi, con un incremento del 3,8% rispetto ai EUR19,5 miliardi al 31 dicembre 2013, grazie ad una raccolta netta di EUR625 milioni trainata dai fondi comuni ed, in particolare, dai prodotti ad open architecture guidata (che rappresentano il 29,0% del patrimonio gestito e 12,9% della raccolta gestita totale alla fine del trimestre).

Il saldo della raccolta diretta è pari a EUR13,3 miliardi, rispetto ai EUR12,5 miliardi al 31 dicembre 2013, evidenziando un incremento del 5,9%, grazie alla costante crescita della liquidità transazionale della clientela, a testimonianza del significativo successo riscontrato dai prodotti e servizi offerti dalla Banca.

Il saldo della raccolta amministrata è aumentato a EUR12,1 miliardi, corrispondente ad un incremento del 4,5% rispetto a EUR11,5 miliardi al 31 dicembre 2013, nonostante il consistente ribilanciamento di quest’ultima in favore della raccolta gestita, grazie al positivo effetto legato all’andamento del mercato. Il numero di promotori finanziari della rete Fineco alla fine del primo trimestre è salito a circa 2.480 unità, in aumento del 1,7% rispetto a fine dicembre 2013 e del 5,2% rispetto alla fine del primo trimestre 2013.

La crescita del totale attività finanziarie ha fatto registrare un incremento dei ricavi totali a EUR112 milioni, in aumento del 13,4% rispetto ai EUR99 milioni riportati nel primo trimestre 2013. Il totale costi operativi del trimestre è rimasto sostanzialmente stabile a EUR50,8 milioni, rispetto ai EUR51,2 milioni del primo trimestre 2013, beneficiando della significativa leva operativa del business di Fineco e di un continuo monitoraggio dei costi, che hanno portato ad una riduzione del cost / income ratio al 45,3% rispetto al 51,7% del primo trimestre 2013. L’utile netto del periodo si è attestato a EUR36,9 milioni, +36,6% rispetto ai EUR27,0 milioni registrati nel primo trimestre 2013.Il numero dei clienti di Fineco si è attestato a circa 917 migliaia, in crescita del 2,1% rispetto a circa 898 migliaia di fine 2013.

Nel corso del primo trimestre 2014, Fineco ha inoltre registrato un ulteriore rafforzamento dei propri coefficienti patrimoniali: il CET1 ratio, calcolato sulla base della regolamentazione di Basilea 3 (transitional), si colloca a circa 16% al 31 marzo 2014. Nello stesso periodo il patrimonio netto si è attestato a EUR455,8 milioni, in aumento dell’8,7% rispetto al dato a fine 31 dicembre 2013 di EUR419,1 milioni.