1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Fincantieri scalda motori per l’Ipo con maxi commessa da 2,1 mld di euro da MSC Crociere

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Commessa miliardaria per Fincantieri. Il gruppo triestino tra i leader mondiali nella cantieristica navale, che sta portando avanti l’iter di quotazione a Piazza Affari, ha ricevuto una commessa da MSC Crociere per la costruzione di 2 nuove navi da crociera, più un’ulteriore unità in opzione. L’accordo è stato firmato questa mattina dall’Executive Chairman di MSC Crociere Pierfrancesco Vago, dal ceo di MSC Crociere Gianni Onorato e dal ceo di Fincantieri, Giuseppe Bono. 

Le 2 nuove navi prevedono un investimento di 700 milioni di euro ciascuna e saranno finanziate con il sostegno assicurativo-finanziario di SACE. La consegna all’armatore Gianluigi Aponte avverrà in due momenti diversi: la prima a novembre del 2017, la seconda a maggio del 2018. Lunghe 323 metri, larghe 41 e alte 70, le nuove unità avranno una stazza lorda di 154.000 tonnellate, potranno ospitare quasi 5.200 passeggeri più 1.413 membri dell’equipaggio e saranno dotate di 2.070 cabine per gli ospiti, 759 per lo staff di bordo e 43.500 mq di aree pubbliche a disposizione. Grazie alla struttura innovativa e alla versatilità, le nuove unità potranno attraccare nei porti di tutto il mondo.

“Sin dai primi contatti con Fincantieri abbiamo chiesto di progettare e costruire 2 navi completamente nuove, direi rivoluzionarie nella loro struttura, rispetto a quanto oggi già presente sul mercato”, ha sottolineato Pierfrancesco Vago, executive chairman di MSC Crociere.  Giuseppe Bono, ceo di Fincantieri, ha rimarcato come queste navi rappresentano una vera e propria sfida progettuale e saranno interamente sviluppate da Fincantieri.  

Le nuove navi da crociera Seaside tra innovazione e taglio consumi 
Il nuovo prototipo di nave da crociera si chiama “Seaside” e sarà la più grande nave da crociera mai costruita da Fincantieri. Seaside punta ad avvicinare gli spazi esterni, lungo le fiancate della nave e a poppa, al livello del mare. Tra le novità, la realizzazione di una promenade che circumnaviga le fiancate della nave stessa dando la sensazione agli ospiti di passeggiare su un lungomare, tra bar e ristoranti all’aperto. Le nuove navi da crociera permettono poi un’ulteriore riduzione dei consumi del 25%.

Ipo a Piazza Affari 
Lo scorso 6 maggio Fincantieri, che risulta per il 99,36% controllata da  Fintecna che a sua volta controllata dal Tesoro attraverso Cassa Depositi e Prestiti (Cdp), ha presentato la richiesta alla Consob per l’autorizzazione della pubblicazione del prospetto informativo e a Borsa Italiana della domanda di ammissione alla quotazione. L’Ipo, prevista nel mese di giugno, avverrà attraverso una contestuale ricapitalizzazione da 600 milioni di euro. La maggioranza assoluta di Fincantieri rimarrà a controllo pubblico.