I finanziari spingono al ribasso i listini Usa

Inviato da Luca Fiore il Ven, 29/06/2012 - 01:04
Grazie ad un colpo di reni nel finale gli indici statunitensi chiudono la seduta in sostanziale parità. Il Dow Jones ha terminato in calo dello 0,2% a 12.602,26 punti, -0,21% dello S&P a 1.329,04 e -0,9% del Nasdaq a 2.849,49 punti. In agenda macro i dati relativi la crescita del primo trimestre, salita dell'1,9%, e le nuove richieste di sussidio, scese la scorsa settimana da 392 a 386 mila. Tra le notizie del giorno rally per i titoli Wellcare Health Plans (+8,81%), Molina Healthcare (+8,63%) e Tenet Healthcare (+5,42%) in scia del via libera della Corte costituzionale all'Obamacare, la riforma sanitaria proposta dal presidente Usa.

Nel comparto finanziario (-0,54%), -2,45% per JPMorgan che secondo quanto riportato dal New York Times potrebbe perdere fino a 9 miliardi di dollari a causa delle manovre spericolate della "london whale". Prima dell'apertura dei listini Citi Investment Research ha annunciato di aver tagliato il prezzo obiettivo su Bank of America (-0,39%, da 9 a 8 dollari), su Goldman Sachs (+0,24%, da 145 a 110 dollari), su JPMorgan (da 45 a 43 dollari) e su Morgan Stanley (-0,29%, da 20 a 16 dollari). Segno meno anche per News Corp (-1,43%) che ha annunciato lo spin-off dell'attività editoriale da quella specializzata in prodotti televisivi e di intrattenimento.
COMMENTA LA NOTIZIA