1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Finanziari alla ribalta a Piazza Affari: Intesa traina il comparto ad eccezione di Generali

QUOTAZIONI Leonardo
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Avvio di settimana brillante per Piazza Affari che si distingue per la miglior performance fra le piazze azionarie del Vecchio Continente. L’ottava dei mercati europei è iniziata all’insegna di una maggior distensione grazie ai cambiamenti sul fronte politico francese dove il candidato demo-cristiano Francois Bayrou ha offerto la propria alleanza al candidato di centro-sinistra Macron.

La notizia è stata valutata positivamente dai mercati perché riduce la probabilità del candidato socialista Hamon. “Macron sembra aver preso piede nei sondaggi che lo danno al secondo turno con Marine Le Pen”, ha commentato Pierre Olivier Beffy, capo economista della francese Exane BNP Paribas.

Le ricadute si sono avvertite immediatamente sul mercato dei titoli di stato, con gli spread rientrati sotto i livelli di guardia toccati la settimana scorsa.

In questo quadro Piazza Affari ha chiuso praticamente sui massimi di giornata, con il FTSE Mib, in rialzo dell’1,71% a 18.914,3 punti. La performance del mercato italiano è stata trainata dai titoli finanziari, tornati oggi alla ribalta grazie all’allungo di Intesa Sanpaolo, +5,49% a 2,19 euro, dopo il passo indietro su Generali comunicato venerdì a mercati già chiusi.

“Non sono state individuate opportunità rispondenti ai criteri di creazione e distribuzione di valore per i propri azionisti, in coerenza con l’obiettivo di mantenimento della leadership di adeguatezza patrimoniale con cui valutiamo regolarmente le opzioni di crescita endogena ed esogena per il Gruppo”. Si legge nel comunicato emesso venerdì dall’istituto di Carlo Messina.

La scelta ha ricevuto l’approvazione da parte degli analisti finanziari che offrono copertura sul titolo perchè “Intesa conferma l`approccio disciplinato del management nelle operazione straordinarie”, fa notare un analista, “queste modalità mettono al riparo gli azionisti da rischi diluzione”.

Ricadute negative, invece, su Generali, -2,84% a 13,7 punti, con Equita sim che in un report di questa mattina hanno tagliato drasticamente il prezzo obiettivo sul titolo abbassando da 19 a 13 euro e riducendo la raccomandazione ad Hold. “La decisione di Intesa fa venire meno l’appeal speculativo su Generali”, spiegano gli analisti della Sim milanese.

Altre performance degne di nota sono state quelle di Banco Bpm, +6,11% a 2,29 euro, maglia rosa del listino e Bper Banca, +4,35% a 4,32 euro. Seduta su di giri per Leonardo, +4,9% a 12,85 euro, sull’assiste di Deutsche Bank che ha confermato la raccomandazione di acquisto sul titolo con target price a 14 euro. La banca d’affari apprezza “i risultati preliminari del 2016 e i primi target del piano 2017”.